16 ottobre 2018
Aggiornato 03:30

Magliano, duro attacco al M5S: «Soffocano il commercio sotto il cemento»

Il capogruppo dei Moderati punge Appendino: «Il 2017 si chiude con l'autorizzazione di altri due centri commerciali, record assoluto»
Silvio Magliano attacca il M5S
Silvio Magliano attacca il M5S (ANSA)

TORINO - Silvio Magliano attacca il M5S. A pochi giorni dalla chiusura del 2017, il capogruppo dei Moderati ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa. A scoperchiare il vaso di Pandora, oggi, sono le autorizzazioni alla costruzione di altri due centri commerciali. Una manovra targata M5S, contestata apertamente da Silvio Magliano: «Il 2017 si chiude con l'autorizzazione di altri due centri commerciali: è record assoluto. Oltre al danno, la beffa: la Giunta parla di «supporto agli esercenti». Se l’aiuto è questo, il mio appello è: fermatevi, perché con questo «aiuto» uccidete commercio e artigianato».

CENTRI COMMERCIALI, L'INVERSIONE DI MARCIA - In un anno e mezzo di amministrazione Appendino, tra strutture approvate e strutture in arrivo, i nuovi centri commerciali sono ben 18. Un numero considerevole, soprattutto se si pensa che Fassino, in cinque anni di amministrazione, si era fermato a 17. Certo, il bilancio ereditato non è dei migliori e alcune strutture erano state volute dall'ex sindaco, ma le autorizzazioni stridono con quanto riportato dal programma pentastellato che, testualmente, afferma: «Il piccolo commercio risente del momento di crisi. La concorrenza della grande distribuzione ha portato a un calo di fatturato per i piccoli esercenti. Secondo uno studio del CGIA di Mestre, per ogni posto di lavoro della grande distribuzione se ne perdono sei nel commercio di vicinato. L'obiettivo principale? Riavvicinare gli abitanti alle piccole attività locali...».

MAGLIANO ATTACCA - Per questo motivo, Silvio Magliano, critica fortemente il cambio di rotta portato avanti dal M5S in questo primo periodo di governo: «In diciotto mesi di governo pentastellato di quelle promesse resta soltanto una cosa: cemento, cemento e ancora cemento. La forza politica al governo della città parla spesso di supporto al commercio e all’artigianato: è questo che intende? La nuova ZTL e l’autorizzazione di nuovi centri di grande distribuzione sono «l’aiuto al commercio» dei Cinque Stelle? Se è così, li prego di interrompere immediatamente questo tipo di "aiuto». Perché è un "aiuto" che uccide».