16 ottobre 2018
Aggiornato 03:30

Rivoluzione Ztl a Torino: la parola passa ai residenti e ai lavoratori

A seguito del primo tavolo di lavoro sul nuovo modello della Ztl, sarà organizzata un'assemblea pubblica per illustrare la nuova proposta ai residenti
Rivoluzione Ztl: parola ai residenti
Rivoluzione Ztl: parola ai residenti (Google Street View)

TORINO - Da qualche giorno si parla della rivoluzione Ztl che ha annunciato la Giunta comunale. Per progettarla al meglio c’è già stato un tavolo di lavoro che ha coinvolto le associazioni dei commercianti, a gennaio proseguiranno gli incontri. Ora la parola passa ai residenti. Il Comune ha confermato che sarà fatta un’assemblea pubblica per illustrare la nuova proposta ai residenti, ai lavoratori, alle associazioni del territorio e ai rappresentanti delle istituzioni scolastiche interessati dal provvedimento. Questa sarà organizzata all’inizio del nuovo anno e sarà presente l’assessore all’Educazione Federica Patti.

ALTRI INCONTRI - Oltre all’assemblea pubblica saranno organizzati altri due appuntamenti: il primo con le società che forniscono servizi di mobilità in città e il secondo con le associazioni della logistica urbana, congiuntamente all’assessorato all'Innovazione. «Questi incontri», fanno sapere dal Comune, «sono propedeutici alla seconda parte di dibattito dove si incontreranno nuovamente i vari gruppi per ascoltare le proposte di ogni attore coinvolto».