16 ottobre 2018
Aggiornato 04:00

Truffe on line: siti falsi vendono cellulari a prezzi stracciati, decine di clienti raggirati

Le pagine web incriminate sono state quindi immediatamente oscurate. La polizia postale dą alcuni consigli per non cadere in inganno

TORINO - Tutto è nato dalla raccolta di numerose denunce da parte di cittadini truffati che avevano fatto acquisti in rete su siti fasulli, dedicati alla vendita di telefonini. Il meccanismo era semplicissimo: i criminali, su cui sono ancora in corso le indagini, avevano pensato di presentare i portali di vendita e-commerce in modo che vi fossero contenuti all’interno riferimenti a ditte realmente esistenti, semplicemente inserendo in fondo alla pagina dati pubblici reperibili in rete. Il tutto all’evidente scopo di rendere più affidabile la loro proposta truffaldina di vendita. Di più, ove ciò non fosse bastato a indurre all’acquisto gli ignari consumatori, erano state anche inserite a margine dei siti alcune immagini-link riportanti a siti di corrieri, ovviamente del tutto estranee alla commissione delle truffe.

TRUFFE - Le pagine web incriminate sono state quindi immediatamente oscurate. Tuttavia, per evitare di cadere in questo tipo di truffe da sito la Polizia Postale consiglia di utilizzare strumenti di pagamento sicuri, che garantiscano la ripetibilità di quanto corrisposto o che consentano di pagare alla consegna; di rivolgersi a enti professionali, prediligendo ove possibile canali diretti di contatto con la controparte contrattuale e infine di osservare attentamente le pagine web proposte prima di effettuare l’acquisto, verificando l’eventuale presenza di elementi ritenuti anomali, ed effettuando anche  ricerche in rete per conoscere l’opinione degli altri utenti sull’affidabilità del venditore.