21 ottobre 2018
Aggiornato 14:30

Eventi a Torino, 8 cose da fare venerdì 29 dicembre

Il grande appuntamento con la danza, la musica, gli spettacoli e tanto altro. Ecco cosa vi attende in città e come non perdere il meglio
Torino, 8 cose da fare venerdì 29 dicembre
Torino, 8 cose da fare venerdì 29 dicembre (Shutterstock.com)

TORINO – Roberto Bolle in città, i concerti, gli spettacoli, e le gite fuori porta. Ecco qualche consiglio per godersi la serata e per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti.

Roberto Bolle al Teatro Regio
«Roberto Bolle and Friends», Gran Gala di danza al Teatro Regio dal 29 al 31 dicembre. Più volte ospite a Torino, Roberto Bolle ritorna per le feste di fine anno. Il Gala dell’étoile scaligera, anche principal dancer dell’American Ballet di New York, riunisce alcuni tra i ballerini più importanti del panorama tersicoreo internazionale per dare vita a una serata di danza al suo massimo livello, con un programma vivace e sorprendente. Un’occasione unica per il pubblico di ammirare le principali stelle del balletto di oggi, la stessa sera, sul medesimo palcoscenico, in un viaggio di emozioni attraverso differenti tecniche, stili e scuole.

Musica live
All'Hiroshima Mon Amour, serata con «Del mio meglio Vol.1», lo spettacolo che presenta il best of del Dottor Lo Sapio. Dalle gag più celebri, alle canzoni, ai suoi amici storici, da Savino Lo Bue a Mao. Alle musiche, guidati da Gipo Di Napoli, i Bandakadabra. 

Musical
Al Teatro Alfieri in scena «Madagascar il Musical». I personaggi della DreamWorks campioni d’incassi con i film «Madagascar» saranno i protagonisti di un musical esuberante e brillante: Alex il Leone, Marty la Zebra, Melman la Giraffa e Gloria l’Ippopotamo sono le grandi star dello Zoo di New York. Legati tra loro da una forte amicizia, quando una sera la gabbia uno di loro è vuota, gli altri evadono per andare alla ricerca dell’amico scomparso. Si troveranno insieme su una nave diretta verso l’Africa. Questa verrà dirottata da un gruppo di bizzarri pinguini che complottano per raggiungere l’Antartide. Così i quattro amici, vissuti sempre in cattività, dovranno imparare cosa vuol dire vivere nella natura selvaggia. Un inaspettato viaggio li porterà nel selvaggio e folle mondo di Re Julien in Madagascar che li accoglierà sulle note della hit «Move It, Move It». Madagascar è un inno all’amicizia dedicato a un pubblico di ogni età, una traversata oceanica che porterà gli spettatori dalla giungla urbana dei grattacieli di New York alle spiagge della fantastica isola africana. I film «Madagascar»sono stati dei successi mondiali e hanno riscosso un grande favore di pubblico anche in Italia. «Madagascar A Musical Adventure», ha calcato i palcoscenici del Nord Europa incontrando grande consenso da parte degli spettatori.

Danza
Al Teatro Vittoria, alle 19, «Ring of love - a glamour rock dance show». «Love is careless in its choosing….Love descends on those defenceless» (l’amore non ha riguardi nelle sue scelte .. l’amore piomba su quelli che sono indifesi) Queste alcune parole estrapolate dalla canzone «Soul Love» di David Bowie aprono «Ring of love». Senza esclusione di colpi l’amore sconvolge le carte e le regole sfidando le anime ad un confronto a volte feroce a volte lirico e a volte indicibile. Una danza di corpo e viscere per rappresentare un delirio misterioso che riempie e sconvolge la vita . Un ring per 8 round di incontri e scontri. Uno spettacolo multimediale musica e canto dal vivo che attraverso le epoche del rock dal glamour di David Bowie e Bryan Ferry al punk di Talking Heads e The Stooges sino all’elettronico di Depeche Mode e Radiohead, rievoca fra le più belle canzoni dedicate all’amore in tutte le sue forme. L’amore è protagonista, di questa ultima creazione di Raphael Bianco che ne è interprete e coreografo assieme agli straordinari danzatori della Compagnia EgriBiancoDanza e l’Ivan Bert Dark Magus Orchestra. Uno spettacolo di fine anno dinamico e elettrizzante preceduto come di consueto da un aperitivo per festeggiare assieme alla Fondazione Egri il passaggio all’anno nuovo.

Concerti
Al Blah Blah, dalle 22, Davide Lipari «One Man Bluez». Un giovane cantante, chitarrista, armonicista e compositore romano, che ha radici molto lontane. Viaggiando fra Boston, New York e New Orleans ha imparato che è meglio mettere il cuore in ogni singola corda fatta vibrare, piuttosto che correre sulla tastiera senza dire nulla: una lezione che sa infondere in tutte le proprie esperienze musicali – underground prima e, ben presto, in locali rinomati, italiani ed esteri – esibendosi come one man band, in duo e in trio. L’ascolto appassionato di molti generi musicali si riflette nella sua scrittura: brani che esplorano le lande desolate della vena blues, ma sfaccettati di moltissime influenze, dal sapore moderno, ma sempre, totalmente, roots. Il progetto One Man 100% Bluez ha visto come primi palchi i ponti e le strade di Roma, chitarra e voce collegati allo stesso amplificatore a batterie e tamburello al piede sinistro. Monetina dopo monetina è arrivato a dividere il palco con Mud Morganfield (figlio di Muddy Waters) e Bob Log III (one man band di Tucson) per alcuni tour e a partecipare ad importanti festival in giro per l’europa. In solo e in trio Davide Lipari ha fatto tour in Germania, Belgio, Olanda, Spagna, Portogallo, Svizzera, Francia e Italia.

Ragazzi a teatro
Alla Casa del Teatro Ragazzi, lo spettacolo Gianduja e la corona del re. L'assedio di Torino del 1706 è una pagina ben conosciuta e di grande importanza per la città. I francesi provano a espugnarla ma, grazie al valore dei soldati sabaudi e all’eroe Pietro Micca, i nemici vengono fermati. Pochi sanno, però, che in quello stesso periodo i francesi rubano la corona di Vittorio Amedeo II, Duca di Savoia, chiedendo un riscatto non monetario, ma territoriale. Sarà Gianduja a recuperarla, fermando i francesi per la seconda volta

Cultura
Fino al 30 dicembre alle 15.30, in occasione delle feste, il Borgo Medievale vi invita ad attraversare il ponte levatoio per scoprire, assieme alla guida, le caratteristiche di questo importante sito storico – artistico. Dal Borgo, luogo nel quale si affacciano le botteghe, alla Rocca del signore, dove sono collocate le stanze arredate in maniera lussuosa e gli ambienti di servizio, dove vivevano e lavoravano soldati, cuochi e sguatteri.

Mercatini fuori porta
Il 29 e 30 dicembre e il 5 e 6 gennaio, come ogni anno, arrivano a Sestriere, per le festività e per la gioia e lo svago dei turisti, i mercatini di Natale. Nell’incantevole cornice delle montagne e delle piste della Vialattea, tornano in tutta la loro magia le bancarelle in via Lousette e piazza Fraiteve. Curiosando tra le tante proposte, sarà possibile trovare articoli unici e originali, tipicamente di montagna, interamente eseguiti a mano.