16 ottobre 2018
Aggiornato 03:30

Cinque anni fa moriva Rita Levi Montalcini, la nipote chiede una via per la zia Premio Nobel

La ex consigliera comunale Piera Levi Montalcini, nipote di Rita, ha lanciato un appello chiedendo di ricordare la zia con una via, una strada o un corso
Rita Levi Montalcini
Rita Levi Montalcini (ANSA)

TORINO - Sono passati cinque anni dalla morte di una delle donne e scienziate italiane più famose della storia, Rita Levi Montalcini. Senatrice, Premio Nobel per la Medicina e prima donna a essere ammessa alla Pontificia Accademia delle Scienze, la sua storia è legata indissolubilmente a Torino, città nella quale è nata nel 1909. E ora la nipote, la ex consigliera comunale Piera Levi Montalcini, chiede all’amministrazione di dedicare una via, una strada o un corso a sua zia, in modo tale da ricordare una personalità così importante. L’appello che ha rivolto agli attuali eletti e nominati in Sala Rossa si estende ulteriormente al fratello di Rita Levi Montalcini, l’architetto Gino, e alla sorella, la pittrice Paola. In cuor suo Piera spera che l’intitolazione di una «parte» di Torino possa avvenire tra il 21 e il 22 aprile 2018, «data di nascita di papà e delle zie».