16 dicembre 2018
Aggiornato 20:30

Turismo Torino, dalla Città arrivano 670mila euro: «Salvaguardati oltre 80 posti di lavoro»

Confermato per l'anno 2017 un contributo pari a quello erogato l'anno precedente ora, dichiara Sacco, si può pensare a una riorganizzazione dell'ente
Dalla Città arrivano 670mila euro per Turismo Torino
Dalla Città arrivano 670mila euro per Turismo Torino (Turismo Torino)

TORINO - Un contributo di 670mila euro per l’agenzia Turismo Torino e Provincia. Questo il contenuto della delibera approvata ieri, venerdì 29 dicembre, su richiesta dell'assessore al Commericio e al Turismo Alberto Sacco. «Con la conferma dell’impegno e del sostegno finanziario da parte della Città, i posti di lavoro (oltre 80) dell’agenzia vengono salvaguardati» ha affermato Sacco, soddisfatto per aver rispettato l'impegno assunto con il consorzio lo scorso febbraio. Anche i lavoratori di Turismo Torino quindi, così come i colleghi della Fondazione Torino Musei, possono tirare un sospiro di sollievo, dopo un anno che (per l'agenzia, dopo i fatti di piazza San Carlo) è stato tutt'altro che semplice.

TURISMO - Confermato per l'anno 2017 un contributo pari a quello erogato l'anno precedente ora, dichiara Sacco durante la Conferenza di fine anno della Giunta Appendino si può avviare insieme alla Regione Piemonte e ai vertici di Turismo Torino, «un’operazione di riorganizzazione dell’ente che garantisca pieno equilibrio tra l’obiettivo di promuovere e valorizzare la vocazione turistica della Città, con i relativi aspetti e benefici economici e occupazionali, e le risorse finanziarie disponibili». D'accordo con l'assessore al Turismo anche la sindaca Appendino che durante la conferenza ha affermato: «La razionalizzazione dell’ente non è legata la carenza di risorse. E’ proprio che oggettivamente Turismo Torino va rivisto».