22 aprile 2018
Aggiornato 10:30
Influenza

L’influenza manda al collasso gli ospedali torinesi: diversi malati in barella

La prossima settimana dovrebbe registrarsi il picco del virus che, con l’inizio delle scuole, potrebbe contagiare ancora più persone

Migliaia i torinesi a letto con l'influenza (© )

TORINO - Se non è emergenza, poco ci manca: il virus dell’influenza che ha costretto a letto migliaia di torinesi ha anche messo a dura prova il sistema sanitario di tutta la città. Gli ospedali sono stati presi letteralmente d’assalto, le sale d’attesa sono piene e così i vari pronto soccorsi. Per questo motivo, diversi malati hanno dovuto farsi curare nelle barelle.

ARRIVA IL PICCO - Attualmente, alle 18 circa di mercoledì, solo al pronto soccorso delle Molinette vi sono poco meno di 100 persone tra ricoveri, visite e attesa. La situazione peggiore è quella che riguarda i bambini (febbri alte) e gli anziani (soprattutto malattie polmonari): essendo i più deboli, sono loro i più contagiati dal virus dell’influenza.  Il picco del virus è atteso la prossima settimana, quando con la riapertura delle scuole vi saranno più contagi. C’è da dire che molti medici di base, categoria sotto l’occhio del ciclone, torneranno operativi dalle ferie: per questo motivo, la speranza che da lunedì il sistema sanitario possa finalmente reggere l’urto dell’influenza senza troppi patemi è reale. Torino e il Piemonte si preparano ad affrontare la fase più acuta dell’influenza.