Cronaca | Influenza

Boom di influenze in Piemonte: 200mila persone a letto, soprattutto bambini

I dati diffusi dal SeReMi che fanno riferimento alla settimana dal 25 al 31 dicembre, sono superiori rispetto alla media nazionale

Influenza in Piemonte
Influenza in Piemonte (ANSA)

TORINO - Mai come quest'anno i piemontesi hanno dovuto fare i conti con l'influenza. In200mila circa dall'inizio della stagione invernale sono stati colpiti dai clalssici  sintomi che accompagnano la malattia: raffreddore, febbre, mal di testa e naso chiuso. L'incidenza però dei malati di influenza di quest'anno pare che abbia qualcosa di straordinario: secondo i dati diffusi dal SeReMi (il Servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione ed il controllo delle malattie infettive) pare infatti che si registrino 15 casi diagnosticati ogni mille assistiti a settimana.

INFLUENZA - I dati, che fanno rifermento alla settimana che va dal 25 al 31 dicembre, sono superiori rispetto alla media nazionale che si aggira intorno a 11 casi settimanali ogni mille pazienti. Anche al confronto con i numeri della stessa settimana del 2016 sembra che ci sia stata una crescita, seppure l'andamento della curva appare sostanzialmente simile a quello dell'anno passato. Si registra infine che il numero degli influenzati è cresciuto in tutte le fasce d'età, con particolare incidenza nei più piccoli (da 0 a 14 anni). Nella settimana analizzata, dal 25 al 31 novembre, sono stati 34 su mille i casi registrati.