24 ottobre 2018
Aggiornato 07:00

Aggressioni, furti, armi e droga al centro commerciale Le Gru: diversi i ragazzini denunciati

Denunciata una baby gang che aveva aggredito una donna solo perché aveva chiesto di non urlare parolacce e bestemmie
Diversi ragazzini denunciati a Le Gru
Diversi ragazzini denunciati a Le Gru (Carabinieri)

TORINO - Nell’ultimo periodo sono stati diversi gli interventi dei carabinieri all’interno del centro commerciale Shopville Le Gru e nella zona immediatamente esterna. Baby gang o ragazzini improvvisatisi «ladri per caso» sono stati denunciati grazie alla collaborazione con il servizio di sicurezza interno, come per esempio è successo con quattro studentesse di 14 anni sorprese a rubare della merce dal negozio Claire’s, oppure sette minorenni segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti dopo essere stati trovati, in collaborazione con il cane antidroga Quark, con un grammo di marijuana a testa.

BULLO E PUPE - C’è poi un caso, che si è risolto con la denuncia di quattro giovani di età compresa tra i 15 e i 17 anni, che aveva scosso parecchio chi aveva assistito alla scena. Una signora, andata a Le Gru per fare la spesa insieme al figlio, è stata aggredita a calci e spintoni nel parcheggio multipiano dalla «baby gang» perché responsabile di averli invitati a non essere scurrili e a non bestemmiare. I giovani infatti stavano parlando ad alta voce e utilizzando un linguaggio scurrile, cosa non gradita alla donna. Alla richiesta di non gridare così tante parolacce è stata aggredita sotto gli occhi di altre persone. Il branco di bulli è stato identificato e denunciato dai carabinieri per lesioni aggravate in concorso.

POSSESSO DI ARMI - Nell’ambito dei controlli finalizzato alla repressione dell’utilizzo di sostanze stupefacenti e dell’abuso di alcolici da parte di minori, i carabinieri hanno denunciato anche un ragazzo di 17 anni di Alpignano per porto ingiustificato di armi o oggetti atti a offendere. Il diciassettenne è stato trovato in possesso di una pistola scacciacani, priva del relativo tappo rosso, e di un coltello a serramanico.