Terrore in Borgo Vittoria, tossici aggrediscono donne sole e indifese nel quartiere

Nel corso delle vacanze natalizie si sono verificati più episodi: nel mirino dei tossici vi sono spesso le donne sole e potenzialmente indifese

Sale il numero di donne aggredite e rapinate in zona Borgo Vittoria
Sale il numero di donne aggredite e rapinate in zona Borgo Vittoria ()

TORINO - «Sono stata attaccata al muro da uno che voleva derubarmi. Attenzione a girare da sole in via Chiesa della Salute». L’ultima testimonianza è di Monica, una delle tante donne vittime di aggressione nel quartiere Borgo Vittoria. Aggressioni che si susseguono ormai con un frequenza preoccupante, soprattutto quando cala il buio. Le vittime? Persone indifese: donne da sole, anziani. Gli aggressori? Uomini e giovani, probabilmente tossici in cerca di soldi per comprarsi la droga. 

LE AGGRESSIONI - La sensazione è che la questione sicurezza sia sottovalutata. «Iniziano a circolare brutte persone, soprattutto nelle ore serali» affermano i residenti. Insomma, in Borgo Vittoria, quartiere salito alla ribalta della cronache per una tentata rapina in farmacia e un tentato omicidio la scorsa settimana, la paura la fa da padrona. Molto spesso i tossici si avvicinano con una scusa banale, come quella di chiedere una sigaretta o un’informazione. Una volta avvicinata la vittima, scatta l’aggressione. Una donna è stata scippata del proprio telefono in via Michele Coppino, alle ore 18:00. C’è chi ha pensato di difendersi con uno spray urticante, chi consiglia di evitare di uscire da soli la sera, se possibile. Non mancano le proposte come l’installazione di telecamere o addirittura le «ronde» e le raccolte firme. Mentre il quartiere si interroga e chiede a gran voce un presidio più costante del territorio da parte delle forze dell’ordine, l’’escalation di violenze sembra non avere una fine.