22 aprile 2018
Aggiornato 10:30
Cronaca

Scialpinisti 20enni si perdono in montagna: recuperati dal Soccorso Alpino

Le squadre di soccorritori sono riusciti a salvare i due ragazzi, che a causa del maltempo si erano persi in montagna

Le immagini del salvataggio dei ragazzi (© Soccorso Alpino)

GIAVENO - Non è andata come speravano la gita organizzata da due scialpinisti molto giovani, 20 e 22 anni, saliti sulla Punta dell'Aquila (2119 metri) e rimasti letteralmente "intrappolati" tra la neve, il vento e la nebbia delle montagne. I giovani si sono persi nel pomeriggio, mentre erano in fase di discesa. Per fortuna, sono riusciti a contattare la stazione locale del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, che ha immediatamente dato il via alle ricerche dei due dispersi.

LE RICERCHE - Le operazioni sono iniziate intorno alle 15.30 e hanno visto l'impiego di una serie di squadre con la collaborazione dei Vigili del Fuoco. Nel frattempo dalla Centrale Operativa del CNSAS Piemonte, i due ragazzi sono stati contattati telefonicamente per valutarne le condizioni sanitarie e per ottenere tramite i loro smartphone le coordinate GPS della posizione in cui si trovavano. Intorno alle ore 18 la prima squadra di soccorritori li ha raggiunti. I due malcapitati si erano ricoverati nel casotto abbandonato dei vecchi impianti sciistici e si trovavano in buone condizioni di salute, benché infreddoliti. Grazie al supporto delle successive squadre di soccorritori sparse lungo il percorso, è stato possibile seguire l’itinerario di discesa nonostante il buio e ricondurre intorno alle ore 19.30 i due uomini illesi alla propria autovettura.