15 settembre 2019
Aggiornato 12:00
Cronaca

Cracca Autocad e altri software, la multa è salatissima: 8 milioni di euro

Operazioni in tutta Italia, denunciate ben 62 persone. Multa milionaria alle porte di Torino: ecco quali programmi erano stati craccati

CARMAGNOLA - Meglio un software originale o un software craccato? Rivolgete questa domanda a A.M., 50 anni, rappresentante legale di una società di Carmagnola che per aver installato sui personal computer della sua azienda i software privi di una regolare licenza d’uso ha ricevuto una multa salatissima, pari a 8 milioni di euro. 

MULTA DA RECORD - Una sanzione davvero elevata, accompagnata da una denuncia per detenzione a scopo commerciale o imprenditoriale di programmi privi di contrassegno SIAE. Sui pc dell’azienda aveva installato programmi di rilievo come Catia, Autocad, Rhinoceros e Proficad, noti software di progettazione dall’elevato valore commerciale. Il motivo di una multa così elevata? La normativa attuale prevede una sanzione penale e una constatazione di natura amministrativa pari al doppio del valore di mercato dei software utilizzati. 

L’OPERAZIONE - L’operazione guidata dalla Guardia di Finanza di Orbassano fa parte di un’operazione più ampia, svoltasi in tutta Italia, e denominata «Underli©ensing3». 121 le ispezioni sul territorio nazionale, capaci di portare a 62 denunce e a sanzioni amministrative per 15 milioni di euro. La sanzione più alta alle porte di Torino. L’operazione mira a tutelare il diritto d’autore connesso ai prodotti informatici.