Cronaca | Bonus Scuola

Caos in piazza Castello, genitori incontenibili: urla e spintoni per ottenere il bonus scuola

Dall'URP fanno sapere che domani, sabato 13 gennaio, verrà effettuata un'apertura straordinaria dalle 9 alle 12 per far fronte alle richieste dell'utenza.

Ufficio Relazione con il Pubblico di piazza Castello
Ufficio Relazione con il Pubblico di piazza Castello (URP Facebook Page)

TORINO - Tanti torinesi questa mattina, venerdì 12 gennaio, si sono messi in coda ancora prima che sorgesse il sole di fronte all'ingresso dell'URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) della Regione Piemonte di piazza Castello. Il motivo? Ottenere le credenziali necessarie per presentare domanda (on line) per i voucher per il diritto alla studio, relativo all'anno scolastico 2017-2018. Nel tentativo di accedere per primi agli uffici, alcuni genitori hanno iniziato a gridare e spintonare, rendendo necessario l'intervento delle forze dell'ordine.

GENITORI - Il cosiddetto buono scuola va ad aiutare le famiglie che possiedono un ISEE non superiore ai 26 mila euro, al fine di acquistare libri di testo e materiale didattico. Il termine per presentare domanda scade il 15 gennaio e questo ha creato tensione tra i genitori che hanno preso d'assalto l'Ufficio di piazza Castello. L'intervento di una pattuglia dei carabinieri ha riportato l'ordine in poco tempo. Intanto dall'URP fanno sapere che domani, sabato 13 gennaio, verrà effettuata un'apertura straordinaria dalle 9 alle 12 per far fronte alle richieste dell'utenza.