18 ottobre 2018
Aggiornato 10:30

«Li investo tutti con la mia betoniera», la furia di Pasquale al campo nomadi

A bordo dell'auto di Pasquale D. è stata ritrovata una pistola scaccia cani, accuratamente occultata sotto al sedile
«Li investo tutti con la mia betoniera»
«Li investo tutti con la mia betoniera» (Carabinieri)

COLLEGNO - Erano circa le tre di notte dello scorso 10 gennaio quando Pasquale D., 55 anni e residente a Torino, ha contattato i carabinieri di Collegno per denunciare il furto della sua automobile, parcheggiata poco distante dal campo nomadi. L'uomo ha accusato alcuni zingari del furto della sua autovettura e ha minacciato di farsi vendetta da solo, entrando nel campo e investendoli tutti con la sua betoniera.

BETONIERA - L’intervento congiunto dei carabinieri delle stazioni di Rivoli, Collegno e Grugliasco ha consentito di appurare che l’uomo effettivamente si trovava alla guida del mezzo pesante e che stava effettuando manovre sconsiderate in prossimità dei residenti del campo. Pasquale è stato bloccato e fatto scendere dal mezzo dopo non pochi tentativi. Indagini successive hanno poi portato alla verità: l'uomo, per motivazioni ancora incerte, era entrato nel campo nomadi a bordo della sua autovettura all'una di notte. Insieme a lui c'era un complice che, impaurito a causa di una colluttazione con gli abitanti del campo, era fuggito con l’autovettura dei Pasquale, ritrovata successivamente a Torino. Accuratamente occultata sotto al sedile è stata scoperta anche una pistola scacciacani.

VENDETTA - . Il complice, 43 anni, operaio e con precedenti di polizia è stato denunciato per porto di armi e oggetti atti a offendere. Per quanto riguarda Pasquale invece, avendo tentato ripetutamente di investire i residenti del campo nomadi, ed essendosi opposto all’intervento dei militari, è stato arrestato per tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale e porto di armi. L’uomo è attualmente agli arresti domiciliari.