24 ottobre 2018
Aggiornato 07:30

Gas narcotizzante per addormentare le vittime: presi ladri specializzati in furti notturni

I due malviventi agivano sempre di notte e prendevano di tutto: bancomat, oggetti preziosi, chiavi di auto. Le immagini dei ladri a casa di un orafo

TORINO - Agivano di notte, quando i proprietari di casa dormivano, ed erano disposti a tutto: anche a narcotizzare le vittime dei furti, nel caso non fossero completamente addormentate. E’ finita con le manette ai polsi la serie di furti commessi da Todorovic D., bosniaco pregiudicato, e da Martelli N., italiano di Moncalieri.

COME AGIVANO I LADRI - Il modus operandi dei ladri era sempre lo stesso: i due colpivano le abitazioni delle zona collinare di Torino, sempre ed esclusivamente in orario notturno. Si introducevano dentro gli appartamenti, poi neutralizzavano i proprietari addormentandoli con gas narcotizzante. A quel punto rubavano tutto quello che potevano, dagli oggetti preziosi ai bancomat, passando per le chiavi delle autovetture. Una volta usciti dalla casa svaligiata, si recavano agli sportelli bancomat e prelevavano più soldi possibile.

IL COLPO DALL’ORAFO - L’ultimo colpo a casa di un orafo: oltre agli oggetti di valore, i ladri avevano prelevato anche le chiavi del laboratorio dell’uomo. Dopo avergli svaligiato la casa, si erano infatti recati al laboratorio, tentando di aprirlo con le chiavi rubate poco prima. Un tentativo reso vano dall’antifurto nebbiogeno, che aveva fatto scappare i ladri seriali. La loro identificazione è stata possibile anche grazie alle numerose immagini estrapolate nei dintorni delle abitazioni svaligiate e a quelle registrate dagli sportelli bancomat: i due sono stati associati presso la casa circondariale di Torino.