24 ottobre 2018
Aggiornato 07:30

Ladro di bici armato colpisce in Barriera di Milano: era ricercato dalla polizia

L’uomo, un cittadino marocchino di 26 anni, è stato fermato in sella a una bici: con la mano libera ne conduceva un’altra
Polizia ferma ladro di biciclette (Immagine d'archivio)
Polizia ferma ladro di biciclette (Immagine d'archivio) (Questura)

TORINO - Stava viaggiando a bordo di una bici e con la mano libera ne stava trasportando un’altra: un comportamento sospetto quello tenuto da un cittadino marocchino, che ha allarmato gli agenti della Squadra Volante. I poliziotti hanno seguito il soggetto in corso Vercelli, poi lo hanno fermato prima che si dileguasse.

FERMO E ARRESTO - I sospetti si sono rivelati fondati: l’uomo, un 26enne, ha provato a convincere gli agenti di aver trovato le bici in un cassonetto. Un versione smentita dalla grossa cesoia rinvenuta nello zainetto in suo possesso, dove i poliziotti hanno rinvenuto anche un lucchetto, una catena tagliata, una tronchesina e un grosso cacciavite, oltre a un coltello. A quel punto, messo di fronte all’evidenza dei fatti, il ladro ha ammesso di aver rubato le bici in un cortile di via Varese. Gli accertamenti svolti inoltre, hanno fatto emergere a carico del fermato un ordine di cattura per una condanna di due anni e 27 giorni da scontare per il reato di incendio. Il giovane straniero è stato, pertanto, tratto in arresto e denunciato per il furto aggravato delle due biciclette e per il possesso del coltello.