23 ottobre 2018
Aggiornato 00:30

«Scippata e picchiata con un coltello alla gola»: su Facebook il racconto del terrore

La vittima è una ragazza di 24 anni, che ha deciso di denunciare tutto sui social: «E' successo alle 14:00, vicino a una scuola materna»
Il video racconto
Il video racconto (Morena Cursio)

SETTIMO TORINESE - «Ho la faccia rovinata». Sono queste le prime parole di Morena Cursio, aggredita e rapinata in pieno giorno da tre magrebini a Settimo Torinese. La ragazza, ancora in visibile stato di shock, ha affidato a Facebook il racconto di quegli attimi terrificanti.

IL RACCONTO - «E' successo intorno alle 14:00. Mi hanno puntato il coltello alla gola, prendendomi tutti i soldi: è successo in via Fiume, all'angolo con via Carso. Mi hanno strattonata e rovinato la bocca per non farmi urlare» racconta Morena. Quello che stupisce, oltre alla violenza dei tre malviventi, è che il fatto sia avvenuto in pieno giorno, alla luce del sole. «Non si può girare tranquilli di pomeriggio presto. Lì vicino c'è una scuola elementare e materna. Poteva succedere a un ragazzino. Vogliamo continuare cosi o vogliamo fare qualcosa? Non è giusto» è l'amaro sfogo della vittima della rapina.

LA RABBIA DELLA VITTIMA - Se i segni sul volto (sia vicino al labbro che all'occhio) passeranno con il tempo, la rabbia per la situazione di insicurezza sembra destinata a rimanere viva a lungo. «Andrò dal sindaco, bisogna fare qualcosa» promette Morena. Il consiglio dei suoi amici è di presentare denuncia, nonostante la ragazza non abbia riconosciuto i suoi aggressori: «Mi hanno buttata a terra e sono scappati. Non li ho riconosciuti perché avevano una sciarpa, ma uno aveva i denti marci. La mia faccia ora è questa». Il video denuncia scuote Settimo Torinese: il problema sicurezza è sempre più sentito dai cittadini.