19 agosto 2019
Aggiornato 16:00
Cronaca

Droga e prostituzione di trans in Barriera di Milano: blitz della polizia in un appartamento

L’indagine è nata dalle segnalazione degli altri residenti, stufi di quel continuo via vai nello stabile: nei guai un 38enne di origine colombiane

TORINO - Lo chiamavano la casa dell’amore, ma in realtà quello che avveniva ogni giorno al suo interno erano rapporti sessuali e consumo di droga. Gli agenti del Commissariato Barriera Milano sono intervenuti in un appartamento di via Monte Rosa, sgominando un giro di prostituzione gestito da un cittadino colombiano di 38 anni.

IL GIRO DI PROSTITUZIONE - L’uomo affittava a connazionali transessuali una delle camere del suo appartamento: il prezzo era di 150 euro alla settimana. Nella stanza si svolgevano gli incontri clandestini, uno dei quali interrotto proprio dagli agenti durante l’irruzione nell’alloggio. Nell’appartamento sono stati ritrovati centinaia di euro e della marijuana, utilizzata da una delle persone coinvolte nel giro. A segnalare la situazione, stufi del continuo via vai, erano stati i residenti stessi dello stabile. A quel punto la polizia ha iniziato a osservare i comportamenti delle persone che entravano e uscivano dall’alloggio, scoprendo quanto accadeva ogni giorno. L’appartamento è stato posto sotto sequestro.