20 aprile 2018
Aggiornato 18:00
Teatro Regio

Teatro Regio, dopo l'incidente alla Turandot si va in scena su un «semi palco»

Per non cancellare le recite, il Regio di Torino ha quindi scelto di presentare in forma semiscenica l'opera Salome di Richard Strauss

(© ANSA)

TORINO - Sarà sottoposto a una serie di revisioni tecniche, per il ripristino della completa funzionalità della macchina scenica, il palcoscenico del Teatro Regio di Torino. Lo hanno stabilito le autorità che indagano sull'incidente in cui, giovedì 18 gennaio, due coristi sono rimasti feriti dal crollo di un elemento scenico durante la Turandot.

REGIO - La prossima opera in cartellone, Salome di Richard Strauss, sarà quindi presentata in forma semiscenica. I tempi per il corretto montaggio di Salome non ci sarebbero stati a causa della limitata operatività dei tiridi scena, oggetto della revisione, che protrarrà lo smontaggio dell'allestimento della Turandot. Per non cancellare le recite, il Regio di Torino ha quindi scelto di presentare in forma semiscenica l'opera, appuntamento centrale del 'Festival Richard Strauss' che coinvolge molte istituzioni culturali cittadine. Invariata la parte musicale, con la direzione di Gianandrea Noseda e il cast già annunciato.