23 ottobre 2018
Aggiornato 01:00

Da Roma a Torino con 3 chili di marijuana nel bagaglio a mano, arrestato al terminal bus

Sono stati i cani della guardia di finanza a fiutare la droga nascosta nel bagaglio a mano e perfettamente confezionata in tre involucri di cellophane
I controlli al terminal bus
I controlli al terminal bus (Gdf)

TORINO - Appena arrivato da Roma, con uno dei tanti bus che collegano Torino con la capitale e che fermano al terminal di corso Vittorio Emanuele II, è stato arrestato con 3 chilogrammi di marijuana nel bagaglio a mano. Per lui, un nigeriano, non è servito a nulla nascondere la droga in tre involucri di cellophane e celarli all’interno dei vestiti, il fiuto dei cani della guardia di finanza hanno segnalato che c’era qualcosa di strano. Controllato il bagaglio, è stata rinvenuta la marijuana e per lo straniero si sono aperte le porte della casa circondariale «Lorusso-Cutugno» con l’accusa di traffico di sostanze stupefacenti.

5 ARRESTI - Il gruppo della guardia di finanza, attraverso l’impiego delle unità specializzate di «Baschi Verdi» e «cinofili», ha incrementato, nell’ultimo periodo, i controlli presso le stazioni ferroviarie, la metropolitana e il terminal degli autobus. Un centinaio le persone identificate e una decina i chilogrammi di sostanze stupefacenti sequestrate. Cinque le persone arrestate, fin ora, per traffico di droga.