19 aprile 2018
Aggiornato 21:00
Borgo Aurora

Borgo Aurora si sveglia deturpata da scritte sui muri, la consigliera: «Minaccia inaccettabile»

"Appendino prenda telefono e il secchiello: chieda lo sgombero delle occupazioni e mandi qualcuno a pulire lo scempio”

Scritte sui muri di Borgo Aurora (© Diario di Torino)

TORINO - «L’asilo non si tocca», «No frontiere», «Fanno la guerra ai poveri e la chiamano riqualificazione, ribelliamoci» e altre scritte sono state fatte nella notte su alcuni palazzi del quartiere Borgo Aurora. Muri deturpati da ignoti, anche se si ipotizza siano stati alcuni appartenenti ai centri sociali. «Il gesto è una minaccia inaccettabile per il quartiere che è dei residenti e dei torinesi e non può essere appannaggio di gruppi di violenti», ha affermato la consigliera di Circoscrizione di Fratelli d’Italia, Patrizia Alessi, «invieremo un esposto in Procura perché non si tratta solo di scritte: è il serio tentativo di controllare il territorio attraverso la minaccia e l’intimidazione affinché Borgo Aurora diventi un centro sociale all’aria aperta». Su quanto avvenuto è intervenuta anche Agusta Montaruli dell’esecutivo nazionale Fratelli d’Italia: «Appendino prenda telefono e il secchiello: chieda lo sgombero delle occupazioni e mandi qualcuno a pulire lo scempio».

Scritte sui muri di Borgo Aurora

Scritte sui muri di Borgo Aurora (© Diario di Torino)

Scritte sui muri di Borgo Aurora

Scritte sui muri di Borgo Aurora (© Diario di Torino)

Scritte sui muri di Borgo Aurora

Scritte sui muri di Borgo Aurora (© Diario di Torino)

Scritte sui muri di Borgo Aurora

Scritte sui muri di Borgo Aurora (© Diario di Torino)

Scritte sui muri di Borgo Aurora

Scritte sui muri di Borgo Aurora (© Diario di Torino)