16 novembre 2019
Aggiornato 00:30
Appuntamenti

Eventi a Torino, 9 cose da fare venerdì 26 gennaio

Grandi spettacoli, concerti, party e molto altro. Ecco cosa vi attende in città ed una piccola guida per non perdere gli appuntamenti migliori

TORINO – Teatro, magia, danza, musica. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti del venerdì sera torinese.

Arturo Brachetti in solo
Al Teatro Colosseo, venerdì 26 gennaio, dopo il debutto internazionale a Parigi arriva in Italia il nuovo one man show di Arturo Brachetti: «Solo, the Master of quick change». Un ritorno alle origini per il grande trasformista che, in questo spettacolo, aprirà le porte della sua casa, fatta di ricordi e di fantasie. Tra reale e surreale, verità e finzione, magia e realtà, Brachetti presenta 60 nuovi personaggi e propone un viaggio nella sua storia artistica, attraverso le altre affascinanti discipline in cui eccelle: le ombre cinesi, il mimo, la chapeaugraphie, e sorprendenti novità come la poetica sand painting e il magnetico raggio laser. Dai personaggi dei telefilm celebri a Magritte e alle icone della musica pop, Brachetti regala 90 minuti di un imperdibile spettacolo pensato per tutti, a partire dalle famiglie.

Danza
Venerdì 26 gennaio al Cafè Muller, alle 21.30, in scena «Beech_Against intolerance». «In questo particolare momento storico mi è molto difficile conciliare la mia persona col mestiere: ovvero l’artista e la libera cittadina. E dunque lo sforzo di ogni giorno, e la conseguente sofferenza, è data dal far sì che ogni gesto, ogni atto, anche creativo, sia Etico». Così la danzatrice, coreografa e performer Nicoletta Cabassi spiega la genesi di «Beech_Against intolerance». Nata da uno scarto di una precedente produzione poi successivamente inglobata nel lavoro «2968 / Beech against stupidity». La figura esteticamente ambigua e maculata della donna dalmata è metafora di uno stato dell’essere che si traduce in movimento disarticolato volto a spogliarla da ogni orpello. Fino al culmine in cui il proprio corpo, data la particolarità dalmata del body-painting, non non si riconosce più umano e, anzi, all’umano si ribella. Un progetto di e con Nicoletta Cabassi, Lubbert Das, regia Nicoletta Cabassi, produzione Nicoletta Cabassi e Lubbert Das.

Acrobazie
Venerdì 26 gennaio al Cafè Muller, alle 21, in scena «Degradé» è un progetto di creazione per uno spettacolo da circo scritto e interpretato da Andrea Paola Martínez e Camilo Jimenez. I due artisti sul palcoscenico sfilacciano le loro storie, per tesserne altre, tinte dai ricordi dei colori, delle immagini, delle emozioni e dei simboli della loro terra che hanno lasciato per emigrare. Attraverso una progressione di colori e tessuti (vestiti), l'opera è trasposta da memorie impregnate di Colombia, il paese in mezzo ai tropici in cui sono nati e hanno vissuto Andrea Paola e Camilo. Un progetto di Compañía dospuntos, regia Compañía dospuntos, con Andrea Paola Martínez e Camilo Jimenez, coproduzione Fondazione Cirko Vertigo e Compañía dospuntos.

Nek, Pezzali e Renga al Pala Alpitour
Tre amici. Tre grandi artisti. Tre carriere straordinarie: Nek, Max Pezzali e Francesco Renga. Sono loro i protagonisti del tour che li vede insieme sui palchi dei principali palasport italiani. Per arrivare al Pala Alpitour di Torino il 26 il 27 gennaio. Sono stati colonna sonora di intere generazioni: Max Pezzali ha venduto oltre 7 milioni di dischi, Nek é l'artista italiano più suonato dalle radio nell'ultimo anno, Francesco Renga ha una carriera caratterizzata da oltre 1850 concerti, e in questo tour si metteranno alla prova ancora una volta. Unendo le loro carriere creeranno una miscela che si preannuncia esplosiva: sul palco, infatti, i tre protagonisti della musica italiana saranno sempre insieme, per tutta la durata dello spettacolo, reinterpretando i brani più significativi degli oltre 25 anni di carriera di ciascuno.

Musica dal Regno Unito
Al Folk Club, venerdì 26 gennaio, a due anni di distanza dall'osannato «Between Dogs And Wolves» e da una lunga tournée che lo ha portato sui palchi di tutta Europa, l'acclamato cantautore cult britannico Piers Faccini torna in Italia in tour, accompagnato dal sofisticato musicista algerino Malik Ziad, per presentare la sua ultima perla discografica: «I Dreamed An Island».

Musica classica
Il secondo concerto della rassegna di Musica Contemporanea dell'Orchestra Sinfonica Rai - Rai Nuova Musica, si terrà venerdì 26 gennaio alle 20.30 all'Auditorium Toscanini e sarà diretto da Jonathan Webb. Già direttore musicale di istituzioni come l'Opera Ireland e direttore stabile alla New Israeli Opera di Tel Aviv, Webb è considerato uno specialista del teatro musicale del Novecento, avendo diretto numerosi titoli operistici di compositori quali Britten, Honegger, Henze, Menotti e Bernstein. In programma il concerto per violino e orchestra del finlandese Esa-Pekka Salonen, fra i più apprezzati artisti del panorama musicale internazionale: bacchetta di grande carisma, oltre che compositore, è anche un innovatore nel campo della comunicazione musicale; recentemente ha collaborato allo sviluppo di un'applicazione per iPad dall'eloquente titolo The Orchestra per far conoscere otto composizioni sinfoniche fra cui anche il suo concerto per violino.

Party
All'Hiroshima Mon Amour, alle 22, «Twist and shout: 50's e 60's night». Ritorna la serata che ha rotto gli schemi del clubbing italiano, portando oltre 500 mila persone in 400 date a rivivere le atmosfere dei frenetici anni ’50 e ’60. Dopo Twist and shout, sarà impossibile ballare come prima. In consolleil fondatore di Twist and Shout, Alessio Granata, per allietarvi con le colonne sonore di un’epoca dove la gente aveva voglia di ballare ritmi autentici sino all’esaurimento. Live The Nasty Beats, il nuovo esplosivo progetto composto da alcuni dei migliori musicisti del genere, e poi dance show con i pluri titolati ballerini Marco Martignani e Daisy Assabi, free vintage hairstylist e make up, con acconciature e trucco d'epoca gratuiti grazie al corner di Ketty - Vintage Style – Cinieri. Infine, workshop gratuito di ballo anni '50, salle 22:30 con gli insegnanti di Twist and Shout e con i maestri della Honky Tonk School di Torino e Ballroom per tutti, special guest Dj El Bastardo. A grande richiesta ci sarà anche una seconda sala dedicata alle coppie che vogliono cimentarsi con il ballo: Swing - Lindy Hop - Boogie - Jive - Doo Wop - Chicche d'epoca vi accompagneranno nella seconda sala tutta la sera.

Rap
All'Astoria il concerto dei «Coma Cose». Un duo alternative-rap italiano formato da Fausto Lama e Francesca alias California. Fausto Lama, nome d’arte di Fausto Zanardelli, era precedentemente noto come Edipo, mentre Francesca, originaria di Pordenone, era una dj attiva nella scena techno, rave e drum & bass. Le strumentali dei loro brani sono prodotte dai Mamakass. Descrivono il loro genere come «Attitudine Urbana» e della loro musica dicono che «suona come gli ingressi dei palazzi di Milano di notte, Laura Palmer o giù di lì».

Seeyousound 2018
Al Cinema Massimo, fino a domenica 4 febbraio, la quarta edizione della rassegna dedicata al connubio tra l’immagine cinematografica e la musica. Più di 70 proiezioni, suddivise in tre sezioni di concorso, una rassegna a tema dal titolo Trans-Global Express, e una panoramica trasversale intitolata Into the groove, che presenta le produzioni più emblematiche dell’anno.