23 aprile 2018
Aggiornato 07:30
Aeroporto Sandro Pertini

Coralli messicani nascosti in valigia, sbarca a Caselle e ora rischia 15mila euro di multa

I preziosi coralli raccolti sulle spiagge messicane, che a detta della viaggiatrice sarebbero stati utilizzati quali potenziali souvenir della vacanza, sono stati sequestrati dalla guardia di finanza

I coralli messicani sequestrati (© Diario di Torino)

CASELLE - Una cinquantenne torinese, di ritorno a Torino da Cancún, via Madrid, dopo una vacanza in Messico è stata fermata all’aeroporto di Caselle Torinese dalla guardia di finanza di Torino perché all’interno del proprio bagaglio occultava, tra gli effetti personali, dei coralli del tipo «scleractinia spp». I preziosi coralli raccolti sulle spiagge messicane, che a detta della viaggiatrice sarebbero stati utilizzati quali potenziali souvenir della vacanza, sono stati sequestrati dai finanzieri della Compagnia di Caselle unitamente ai funzionari doganali.

MULTA DA 15.000 EURO - Ora la donna rischia sanzioni fino a 15mila euro. L’attività di controllo della guardia di finanza rientra nell’ambito del dispositivo volto al contrasto dell’importazione illegale di specie di flora e fauna selvatiche, tutelate dalla convenzione di Washington, il cui scopo fondamentale è quello di garantire che, lo sfruttamento commerciale internazionale sia sostenibile per la specie e compatibile con il ruolo ecologico che la specie riveste nel suo habitat. L’attività si inquadra nell’ambito della quotidiana attività di controllo dello scalo torinese «Sandro Pertini» a contrasto dei traffici illeciti.