15 settembre 2019
Aggiornato 12:00
Blocco auto

Allarme smog: i Pm10 toccano quota 110, ma domani niente blocco auto a Torino

Si tratta del terzo giorno consecutivo di sforamento: preoccupa la situazione relativa alle polveri sottili, in costante aumento
Niente blocco auto a Torino ma lo smog sale sempre di più
Niente blocco auto a Torino ma lo smog sale sempre di più ANSA

TORINO - Centodieci. Non si tratta del voto conseguito a una laurea da uno dei tanti studenti torinesi, ma del valore di Pm10 registrato ieri a Torino da Arpa. Un dato preoccupante, che non si vedeva da tempo e per cui non è ovviamente prevista alcuna lode. Anzi. Il dato di 110 μg/m³ è stato registrato ieri (mercoledì 24 gennaio) ed è ben superiore alla soglia massima consentita, 50 μg/m³. Anche le previsioni di oggi sono pessime, visto che Arpa segnala un possibile valore superiore a 100 μg/m³. La speranza è che la situazione rientri nella normalità a partire da sabato, anche grazie alle precipitazioni attese.

IL BLOCCO - Nonostante le brutte notizie però nella giornata di domani, venerdì 26 gennaio 2018, non è previsto il blocco auto per i veicoli Diesel Euro 3 ed Euro 4. Il motivo? Non vi sono le condizioni per far scattare il semaforo arancione (quattro giorni di sforamento più due consecutivi di previsione oltre la soglia consentita). Permane ovviamente il divieto alla circolazione per altri tipi di vetture: i veicoli privati Diesel Euro 0,1,2 e Benzina, gpl e metano Euro 0. Per loro il divieto è valido dalle 08:00 alle 19:00 se i veicoli sono adibiti al trasporto persone, mentre per i veicoli adibiti al trasporto merci l’orario è 08:30-14:00 e 16:00-19 (gpl/metano possono circolare). 

I dati Arpa dei Pm10

I dati Arpa dei Pm10 (© Arpa Piemonte)