23 ottobre 2018
Aggiornato 01:30

Smog, Torino è tra le città più inquinate d'Europa: batte anche Milano 

Annualmente la concentrazione media di Pm10 a Torino è di 39 microgrammi per metro cubo. Il valore limite indicato dall'OMS per salvaguardare la salute dell'uomo è di 20 microgrammi
Analisi di Legambiente sui dati di OMS 2016
Analisi di Legambiente sui dati di OMS 2016 (ANSA)

TORINO -  Alla luce dell'ultimo report del 2016 diffuso dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) è l'associazione ambientalista Legambiente a riportare l'attenzione sul tema delle polveri sottili. Pare infatti che Torino, insieme a Milano e Napoli, sia in testa alla classifica delle città europee più critiche a livello di smog. A preoccupare sono ancora una volta i valori del Pm10: annualmente infatti la concentrazione media a Torino è di 39 microgrammi per metro cubo, a fronte di un valore limite indicato dall'OMS per salvaguardare la salute dell'uomo di 20 microgrammi.

MILANO - Stando ai dati divulgati nello studio dell'associazione "Che aria tira in città: il confronto con l'Europa", in materia d'inquinamento, la città della Mole batte anche l'antagonista per eccellenza, Milano, che registra una concentrazione media annua pari a 37 microgrammi per metro cubo. Segue Napoli con 35 microgrammi per metro cubo. Dallo studio di Legambiente si evince che le tre città italiane primeggiano, per concentrazioni di polveri sottili anche sulle estere Siviglia, Marsiglia e Nizza, dove la media annuale di Pm10 si aggira intorno ai 29. microgrammi. Poco meglio per Roma, che si piazza al settimo posto, a pari merito con Parigi, con una media di 28 microgrammi di Pm10 per metro cubo. Siamo in ogni caso ancora al di sopra del valore limite di 20 microgrammi (media annua al metro cubo) indicato dal OMS.