17 gennaio 2020
Aggiornato 13:30
Cronaca

Assorbenti, ovetti e cinture: i posti assurdi in cui i passeggeri nascondono i soldi a Caselle

Negli ultimi mesi, la Guardia di Finanza ha trovato oltre 600.000mila euro nei posti più disparati: decisivo il fiuto del «cash dog» Zeby

CASELLE TORINESE - Cos’hanno in comune oggetti apparentemente così diversi tra loro come degli ovetti di cioccolato, degli assorbenti e delle cinture? Tutti questi oggetti vengono utilizzati ogni giorno all’aeroporto Sandro Pertini di Caselle per occultare soldi. Tanti soldi, centinaia di migliaia di euro. Negli ultimi mesi, la Guardia di Finanza ha fermato una ventina di persone che hanno tentato di non dichiarare oltre 600.000 euro in contanti. Tentativi andati a vuoto grazie all’infallibile fiuto di Zeby, il «cash dog» della Guardia di Finanza.

I FERMI - I corrieri sono soliti ingegnarsi e nascondere i soldi in posti davvero insoliti: scatole dei biscotti, ovetti di cioccolata ma anche assorbenti intimi oltre che le normali cinture e i capi d’abbigliamento. Lo stratagemma degli assorbenti è stato adottato ieri da una trentenne nigeriana in partenza per Lagos, via Istanbul: negli assorbenti modificati vi erano migliaia di euro divisi in banconote di diverso taglio. Il cane ha fiutato i soldi e la donna è stata fermata. La stragrande maggioranza dei fermati in genere proviene dal continente asiatico, mentre quelli in partenza sono solitamente diretti nei paesi africani o nei paesi dell’Est Europa come la Romania.