Importanti sviluppi sul pirata della strada di corso Moncalieri: vicina l'identificazione

Dalle testimonianze raccolte dalla polizia municipale e dall’esame di alcuni filmati sono stati riconosciuti alcuni dettagli del mezzo colpevole del decesso della pensionata e fuggito dopo l’incidente
L'incidente di corso Moncalieri
L'incidente di corso Moncalieri (ANSA)

TORINO - Ci sono importanti sviluppi sulla ricerca del pirata della strada che ieri mattina aveva investito e ucciso Giuliana Minuto, 68 anni, in corso Moncalieri a due passi dalla Gran Madre. Dalle testimonianze raccolte dalla polizia municipale e dall’esame di alcuni filmati, anche grazie a un’elaborazione effettuata con tecnologie digitali, sono stati riconosciuti alcuni dettagli del mezzo colpevole del decesso della pensionata e fuggito dopo l’incidente. In particolare sono diventati chiare immagini e scritte sulla fiancata del veicolo: si tratta di un autoarticolato Iveco Stralis con rimorchio per trasporto specifico di mezzo d'opera.

IL CANTIERE - Sarebbe già stato individuato l’autoarticolato ricercato che, da quanto si sa, si troverebbe già all'estero. Nelle prossime ore sarà posto sotto sequestro per l'effettuazione dei rilievi scientifici, consistenti nella ricerca di tracce e del DNA e, nel contempo si cercherà colui che era al volante ieri mattina in corso Moncalieri. Allo stato attuale però, ha confermato la polizia municipale, non è ancora possibile stabilire se il conducente del mezzo pesante si sia accorto di quanto successo.