15 novembre 2018
Aggiornato 14:00

Accordo tra la Città della Salute e l'ospedale di Ivrea: a disposizione pediatri e ginecologi

“Siamo molto soddisfatti di questo accordo di collaborazione, che in modo innovativo apre nuove strade per sopperire a carenze di alcune specialità mediche sul territorio"
Ospedale Sant'Anna
Ospedale Sant'Anna (Gabriele Bolognesi)

TORINO - E’ stata stipulata una convenzione tra la Città della Salute di Torino e l’Asl To4 per quanto riguarda il supporto all’attività clinica  della Pediatria e Neonatologia del Presidio Ospedaliero di Ivrea. Il progetto di collaborazione tra le due aziende prevede l’impegno, da parte della Città della Salute, di mettere a disposizione il personale medico afferente al Dipartimento di Pediatria e Specialità Pediatriche e al Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia per l’espletamento di prestazioni professionali di pediatria generale e specialistica e di neonatologia a favore dei piccoli pazienti seguiti dalla Pediatria e Neonatologia di Ivrea. La convenzione copre il periodo dal 22 gennaio al 30 giugno.

ZANETTA (CITTA’ DELLA SALUTE) - «Siamo molto soddisfatti di questo accordo di collaborazione, che in modo innovativo apre nuove strade per sopperire a carenze di alcune specialità mediche sul territorio. Abbiamo seguito gli input della Regione e ora siamo pronti a dare una mano all’Asl To4 che ci ha chiesto un aiuto nei campi della Pediatria e della Neonatologia. Tutto ciò segue un discorso di collaborazione, di reciproco aiuto e di rete per far sì che la Sanità in Piemonte migliori sempre più per il bene dei piccoli pazienti e delle loro famiglie. Inoltre sarà un ottimo viatico per la crescita professionale dei nostri professionisti».

FUORI ORARIO SERVIZIO - Le prestazioni professionali saranno effettuate dagli specialisti della Città della Salute in regime di libera professione intramuraria, quindi fuori orario di servizio per non pregiudicare l’attività del Dipartimento di appartenenza. E’ prevista la presenza di un medico pediatra dell’ospedale Regina Margherita oppure di un medico neonatologo dell’ospedale Sant’Anna, nella fascia oraria 8.30-16 nei giorni feriali da lunedì a venerdì per le attività cliniche riconducibili rispettivamente all’area della pediatria generale e specialistica e all’area della  neonatologia.