17 ottobre 2018
Aggiornato 20:00

Guai grossi per 16 albergatori torinesi, «beccati» a non pagare la tassa di soggiorno al Comune

Peculato, è questo il reato che la procura di Torino sta contestando a numerosi albergatori denunciati in città e non solo

TORINO - Peculato, è questo il reato che la procura di Torino sta contestando a numerosi albergatori denunciati e processati per non avere versato ai Comuni il denaro raccolto con la tassa di soggiorno. Il primo dei procedimenti, avviato nel 2015, si e' chiuso in queste settimane in corte d'appello con la condanna dell'imputato.

TASSA DI SOGGIORNO - Gli ultimi casi riguardano strutture alberghiere dell'alta Valle di Susa e sono stati segnalati alla magistratura dalla Guardia di Finanza di Bardonecchia. Per quel che riguarda il territorio del Comune di Torino, nel 2017, la Polizia Municipale si è occupata di 16 pratiche: circa la metà si è trasformata in una notizia di reato.