17 ottobre 2018
Aggiornato 07:00

Fascisti contro antifascisti, tensione al mercato delle Vallette: «Andate via»

Un principio di scontro e tanta tensione nel giorno dedicato al ricordo dei caduti delle foibe: a pagarne le conseguenze gli ambulanti al lavoro
Il corteo arriva davanti alle forze dell'ordine
Il corteo arriva davanti alle forze dell'ordine (ANSA)

TORINO - Si è conclusa senza incidenti rilevanti e un arresto la giornata di ricordo dei martiri delle Foibe. Un epilogo che non può togliere l’attenzione dalle ore di tensione vissute alle Vallette, dove solo il grande dispiego di forze dell’ordine ha impedito ai militanti di Forza Nuova e agli antifascisti di venire a contatto. A subire questa situazione sono stati i mercatali, che hanno vissuto una giornata all’insegna della tensione e con pochi affari conclusi. «Andate via, dobbiamo lavorare» hanno urlato gli operatori del mercato ai due schieramenti.

UN ARRESTO - Il Questore Messina ha espresso soddisfazione ringraziando i funzionari, gli ufficiali e tutto il personale territoriale dei reparti dispiegati per l'esito dei complessi servizi di ordine pubblico, che hanno consentito lo svolgimento, in contemporanea, di tre diverse manifestazioni senza criticità per la città di Torino. A conclusione delle manifestazioni, la DIGOS di Torino ha tratto in arresto un appartenente all'area antagonista resosi responsabile di resistenza a pubblico ufficiale, consumata all'atto di un tentativo non riuscito di forzatura di uno degli sbarramenti predisposti tra gli opposti schieramenti predisposti.