17 ottobre 2018
Aggiornato 06:30

Countdown per l’apertura del ponte a raso di corso Matteotti: come cambia la viabilità

Appendino: «Grazie a questo spazio si andranno a decongestionare corso Inghilterra, corso Bolzano e corso Vittorio, oggi un vero e proprio imbuto nelle ore di punta»
Ecco dove verrà realizzato il ponte a raso, a fianco della stazione di Porta Susa
Ecco dove verrà realizzato il ponte a raso, a fianco della stazione di Porta Susa ()

TORINO - Il conto alla rovescia è partito. Tra poche settimane verrà inaugurato il nuovo ponte a raso tra corso Matteotti e via Cavalli, un progetto che permetterà di ridurre il traffico in una zona in cui la viabilità è sempre stata vissuta come un incubo da automobilisti, pedoni e ciclisti. «Passare da corso Matteotti a via Cavalli (e viceversa) in una manciata di secondi, collegando due ciclabili, riducendo il traffico e l’inquinamento» ha commentato la sindaca Chiara Appendino. 

IL PONTE A RASO - Il ponte prevede un doppio senso di marcia, un percorso pedonale e un percorso ciclabile: la carreggiata sarà larga da 14,5 a 25 metri, con due corsie per ogni senso di marcia. Più stretto il pezzo vicino a via Cavalli, più largo quello in prossimità di corso Matteotti. La particolarità del ponte a raso è senz’altro lo scivolo verso la stazione, una sorta di ingresso a Porta Susa. Dopo la realizzazione del parcheggio sotterraneo con conseguente spostamento delle postazioni taxi e l’inaugurazione del nuovo Viale della Spina, la zona della stazione si appresta a vivere l’ennesimo cambiamento migliorativo. Il ponte è costato 1 milione e seicentomila euro: in realtà non si tratta di un vero e proprio ponte ma di un prolungamento naturale di via Cavalli, con un dislivello di sette metri circa rispetto all’ingresso della stazione.

VANTAGGI PER IL TRASPORTO PUBBLICO - Chiara Appendino, in visita al cantiere, ha commentato così l’imminente inaugurazione: «Oltre a evidenti vantaggi sulla viabilità e la vivibilità di un’area totale piuttosto ampia, ci saranno anche benefici per il trasporto pubblico che sarà più veloce e per esercizi commerciali che vedranno incrementati e diversificati i flussi di potenziali avventori. Si tratta di un’operazione che, con l’Assessora alla viabilità, Maria Lapietra, abbiamo annunciato qualche mese fa e che sappiamo essere molto sentita da tante persone che frequentano quella zona».

Chiara Appendino in visita al cantiere del ponte a raso

Chiara Appendino in visita al cantiere del ponte a raso (© Chiara Appendino)