21 maggio 2018
Aggiornato 16:00
Mercati

TARI, importanti novità per i mercati di piazza Santa Giulia e corso Cincinnato

Il nuovo modello di tassazione, che sarà avviata tra qualche settimana e che durerà fino alla fine dell'anno, è una novità assoluta per il commercio ambulante e consentirà agli operatori del mercato di pagare soltanto per gli effettivi giorni di presenza

Mercato di piazza Santa Giulia (© Torino in my eyes)

TORINO - E' stata accolta oggi, lunedì 12 febbraio, in Consiglio Comunale, la proposta presentata di sperimentare una nuova tariffa unica e giornaliera per gli ambulanti dei mercati cittadini. Il nuovo modello di tassazione, che sarà avviata tra qualche settimana e che durerà fino alla fine dell'anno, è una novità assoluta per il commercio ambulante e consentirà agli operatori del mercato di pagare soltanto per gli effettivi giorni di presenza. La 'rivoluzione' partirà dai mercati di corso Cincinnato e piazza Santa Giulia. 

MERCATI - «Una soluzione che la Lega ha voluto per aiutare i venditori ambulanti spesso piegati dalle onerose tasse comunali e che invece così potranno pagare solo per i giorni di effettiva presenza nelle piazze». Questo il commento del segretario torinese e capogruppo in Consiglio Comunale della Lega Nord, Fabrizio Ricca. Non esisterà più un canone annuale, ma una tariffa giornaliera unica per calcolare e pagare plateatico e raccolta rifiuti. «Dopo aver ridotto del 10% la TARI per gli ambulanti alimentari e dopo aver ridotto del 30% il costo del plateatico per i mercati minori, questo è un altro segno di attenzione della nostra amministrazione verso il piccolo commercio, che forse più di altri sta soffrendo i morsi della crisi» ha affermato il presidente della Commissione Commercio, Andrea Russi. «Siamo soddisfatti perché la sperimentazione della tariffa giornaliera potrà dar respiro agli operatori dei mercati cittadini, che sono un elemento caratterizzante della nostra città, ma al contempo chiediamo agli stessi di prestare la giusta e dovuta attenzione alla raccolta differenziata e a migliorarsi nella gestione dei rifiuti prodotti, in particolare nell'ottica della riduzione degli stessi» ha aggiunto il presidente della Commissione Ambiente Federico Mensio.