14 dicembre 2018
Aggiornato 18:30

Strisce blu a Nizza Millefonti: Lapietra si scusa, ma la sosta a pagamento avanza

Pace fatta dunque tra Comune e Circoscrizione VIII? Non esattamente. A prescindere infatti dalle tempistiche comunicative, ora chiarite, il percorso che porterà all'estensione delle aree di sosta a pagamento nella zona degli ospedali avanza
Strisce blu a Nizza Millefonti
Strisce blu a Nizza Millefonti (ANSA)

TORINO - Pare che si sia trattato solo di un errore, più precisamente di un nominativo non inserito correttamente tra i destinatari delle comunicazioni. E' questo ciò che si legge in una lettera inviata dall'assesaora ai Trasporti del Comune di Torino, Maria Lapietra, al presidente della Circoscrizione VIII, Davide Ricca, in merito all'annosa questione dell'estensione delle strisce blu nel quartiere Nizza Milelfonti. La mancata comunicazione dell'intervento da parte dell'amministrazione alla Circoscrizione interessata sarebbe da attribuirsi a un banalissmo errore. «Ci scusiamo di non aver indirizzato le precedenti comunicazioni aventi pari oggetto direttamente a Lei» si legge nella lettera, «omettendo per errore il suo nominativo dai destinatari».

STRISCE BLU - Pace fatta dunque tra Comune e Circoscrizione VIII? Non esattamente. A prescindere infatti dalle tempistiche comunicative, ora chiarite, il percorso che porterà all'estensione delle aree di sosta a pagamento nella zona degli ospedali avanza: il 16 aprile si partirà con il primo step, vale a dite l'area di corso Bramante e corso Spezia e il 2 maggio invece si passerà alle zone che insistono tra corso Spezia e corso Caduti sul Lavoro. «Ringrazio l'assessore Lapietra per le scuse» ha commentato Ricca, che ha ribadito ancora una volta con fermezza la contrarietà della Circoscrizione VIII all’estensione delle strisce blu al quartiere Nizza Millefonti, già martoriato da numerosi cantieri. 

SOSTA A PAGAMENTO - Se a livello istituzionale il clima sembra aver riassunto toni sereni, la tensione non si placa tra i dipendenti degli ospedali e i commercianti di zona, pronti a scendere in piazza per protestare contro l'estensione della sosta a pagamento. Nonostante l'assessore Lapietra abbia promesso nei giorni scorsi strisce gialle per i residenti e riduzioni per i dipendenti degli ospedali, il malcontento non si placa. La Circoscrizione VIII infatti fin dall'inizio aveva espresso contrarietà al progetto. «Abbiamo portato una vecchia delibera sulle strisce blu nelle Circoscrizioni e abbiamo chiesto chi volesse l'estensione» ha ricordato Maria Lapietra in una recente diretta accompagnata dalla sindaca Chiara Appendino, «Alcune hanno aderito altre no». La VIII, lo ricordiamo, è sempre stata per il «no». 
 

Scuse dell'assessore Lapietra

Scuse dell'assessore Lapietra (© Davide Ricca)