18 agosto 2019
Aggiornato 02:00
Guardia di Finanza

Maxi sequestro di filtri e cartine pericolose, grossi guai per un imprenditore cinese

A carico del giovane imprenditore, J.B. di anni 26, di origine cinese e residente a Vercelli, sanzioni per oltre 13.000 euro e una denuncia all`autorità giudiziaria
Maxi sequestro di filtri e cartine pericolose
Maxi sequestro di filtri e cartine pericolose ANSA

AVIGLIANA - Un lavoratore in nero, oltre 122.000 articoli non sicuri sequestrati e 14 telecamere installate abusivamente. E' questo il bilancio dell'operazione della Guardia di Finanza di Susa di un centro commerciale di Avigliana. Nel corso di un intervento volto alla verifica del rispetto delle vigenti normative in materia di sicurezza prodotti, i finanzieri hanno sequestrato oltre 122.000 articoli, la maggior parte dei quali prodotti da fumo (cartine, filtrini, apparecchi per il confezionamento di sigarette), privi dei requisiti necessari per la vendita sul territorio nazionale e che non rispettano le norme sulla sicurezza. 

GUARDIA DI FINANZA - Nel corso del controllo, è stata riscontrata la presenza di un lavoratore in 'nero' oltre all'installazione di un impianto di videosorveglianza composto da 14 telecamere, privo di autorizzazione. All'interno del locale, nessun cartello segnaletico informava la clientela sulla presenza dell'impianto. Stando alla normativa speciale a garanzia della privacy che tutela i soggetti che necessitano di impianti di videosorveglianza per la loro sicurezza ma, nel contempo, garantisce anche l'impossibilità di utilizzi impropri delle immagini di terze persone. A carico del giovane imprenditore, J.B. di anni 26, di origine cinese e residente a Vercelli, sanzioni per oltre 13.000 euro e una denuncia all'autorità giudiziaria.