11 dicembre 2018
Aggiornato 02:30

Torino Capitale Verde Europea, la città della Mole si candida per il 2021

I benefici del titolo per la città che lo riceve sono numerosi: tra i tanti, più turisti, più visibilità nei media internazionali, investimenti esteri, maggiori risorse per i progetti ambientali
1000 alberi a Torino, un'iniziativa supportata dal Comune di Torino
1000 alberi a Torino, un'iniziativa supportata dal Comune di Torino (Comune di Torino)

TORINO - La Città di Torino vuole candidarsi al titolo di 'Capitale verde europea' per il 2021. Per raggiungere l'obiettivo ha creato un tavolo di lavoro per la predisposizione della candidatura. Il riconoscimento, lanciato dalla Commissione europea, è rivolto a città di almeno 100mila abitanti con standard ambientali di qualità certificati, impegnate in ambiziosi obiettivi di sviluppo sostenibile e di pianificazione territoriale. 

CAPITALE VERDE - Dalla sua istituzione, nel 2008, nessuna città italiana è mai arrivata tra le finaliste della selezione. Lo hanno ottenuto Stoccolma, Amburgo, Vitoria-Gasteiz, Nantes, Copenhagen, Bristol, Ljubljana, Essen, Nijmengen (quest’anno) e, per il 2019, Oslo. I benefici del titolo per la città che lo riceve sono numerosi: tra i tanti, più turisti, più visibilità nei media internazionali, investimenti esteri, maggiori risorse per i progetti ambientali. La creazione di un buon dossier di candidatura richiede un lavoro di squadra dei servizi dell’Amministrazione comunale e per ottenere questo obiettivo verrà creato un gruppo di lavoro formato dalle aree e servizi Ambiente, Mobilità, Verde e Urbanistica, Sistema informativo, Energy management. Il bando sarà pubblicato tra maggio e giugno prossimi con scadenza a ottobre.