15 novembre 2019
Aggiornato 23:30
Cronaca

Tagli alle Circoscrizioni, la risposta di Rolando: «Stupito dai presidenti…»

L’assessore al Bilancio commenta le dichiarazioni dei presidenti delle Circoscrizioni: «Tagli su spese discrezionali su richiesta della Corte dei Conti»

TORINO - Botta e risposta. La Giunta Appendino, dopo aver ricevuto il comunicato congiunto dei presidenti, risponde ufficialmente alle Circoscrizioni tramite l’assessore al Bilancio, Sergio Rolando. L’assessore si definisce «stupito» e spiega il taglio dell’8% operato dall’amministrazione.

PARLA ROLANDO - Questa l’ultima dichiarazione di Sergio Rolando, assessore al Bilancio del Comune di Torino.

«Sono stupito dalle dichiarazioni dei presidenti di circoscrizione. Come noto il piano di rientro che la Città di Torino ha presentato alla Corte dei Conti richiedeva almeno un risparmio dell’8% della spesa. Premesso che questa amministrazione nell’assestato del 2017 non ha attuato alcun taglio agli enti decentrati, nell’ottica del rigore richiesto dalla Corte dei Conti la Città di Torino ha comunicato alle circoscrizione di applicare la riduzione dell’8% non alle spese essenziali ma a quelle discrezionali. Pertanto è da irresponsabili non rispettare le indicazioni della Città di Torino come previsto nel piano di rientro. E’ altresì paradossale e privo di ogni buon senso chiedere addirittura un aumento della spesa»