15 novembre 2018
Aggiornato 13:00

Senzatetto a Torino: la vecchia stazione di Porta Susa pronta a ospitare chi ha bisogno

Il dormitorio temporaneo disporrà di 40 posti letto coperti, al caldo, al sicuro e resterà aperto tutti i giorni
Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (ANSA)

TORINO - Torna il freddo in città e così a partire da domani, sabato 24 febbraio, verrà allestito un punto di accoglienza notturna per i senza dimora all’interno della vecchia stazione di Porta Susa. Il dormitorio temporaneo disporrà di quaranta posti letto coperti, al caldo, al sicuro e non distante dal centro cittadino e sarà aperto tutti i giorni dalle 20 di ogni sera alle 8 del mattino.

SENZATETTO -  Si tratta di una misura di rafforzamento dei servizi per le persone senza dimora, assunta dall’Amministrazione comunale di Torino in vista dell’arrivo di un ondata di forte maltempo che, prevedono i meteorologi, porterà nei prossimi giorni pioggia, neve e temperature di molto al di sotto dello zero. Un evento climatico che, non è difficile immaginarlo, aumenterà i disagi per chi trascorre la notte in strada e, fatto tutt’altro che irrilevante, in alcuni casi potrà anche metterne a rischio la salute.

PORTA SUSA - La gestione della struttura di accoglienza nella vecchia Porta Susa (ingresso piazza XVIII Dicembre, ex biglietteria) è affidata alla Protezione civile comunale e alla Croce Rossa Italiana, che hanno operato in collaborazione gli assessorati al Welfare, all’Ambiente, alla Mobilità e alla Sicurezza urbana della Città di Torino, con il Gruppo Torinese Trasporti, la Rete Ferroviaria Italiana e FS Sistemi Urbani che hanno concesso gli spazi all’interno della stazione.