18 ottobre 2018
Aggiornato 13:30

Hotel «fantasma» evade il fisco per anni: multa salatissima per un albergo di Bardonecchia

La complessa attività dei Finanzieri, condotta anche attraverso le indagini bancarie, ha permesso di accertare un'evasione fiscale per oltre tre milioni di euro
Bardonecchia - Immagine d'archivio
Bardonecchia - Immagine d'archivio (Google immagini)

TORINO - Un'indagine della Guardia di Finanza di Torino nei confronti di una nota struttura alberghiera di Bardonecchia, ha fatto emergere una gestione alquanto anomala dell'azienda non solo sotto il profilo fiscale, ma anche economico e contributivo. La società era sulla carta intestata a una cosiddetta "testa di legno" nullatenente, ma veniva di fatto, gestita da un "dominus" che, senza apparire formalmente, intascava i cospicui profitti dell'allegra gestione. 

BARDONECCHIA - L'attività commerciale è stata governata nell'arco degli anni in totale evasione delle Imposte Dirette, dell'IVA e degli altri tributi. Nel corso dell'operazione, sono stati anche individuati un'ottantina di lavoratori impiegati totalmente "in nero" o assunti irregolarmente. La "malagestione" del personale è costata cara all'imprenditore visto che è stato sanzionato per oltre 18 milioni di euro. La complessa attività dei Finanzieri, condotta anche attraverso le indagini bancarie, ha permesso di accertare un'evasione fiscale per oltre tre milioni di euro. A cui si aggiunge l'evasione della tassa di soggiorno che ammonta a più di diecimila euro. L'amministratore, un settantenne già noto alle forze dell'ordine per associazione a delinquere e truffa, è stato denunciato assieme ad un socio, alla Procura della Repubblica di Torino per bancarotta fraudolenta, peculato ed evasione fiscale.