21 agosto 2018
Aggiornato 06:00

Corio, trovate armi da guerra in casa di un tabaccaio deceduto

Le armi sono state ritrovate in casa di un tabaccaio deceduto nel maggio del 2012: sequestrate, sono state donate all’Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea di Torino
L'arsenale di armi ritrovato dai carabinieri
L'arsenale di armi ritrovato dai carabinieri (Carabinieri)

TORINO - Un vero e proprio arsenale da guerra è stato ritrovato dai carabinieri della Compagnia di Venaria in casa di un tabaccaio deceduto nel maggio del 2012: un fucile mitragliatore «Browning», un «Breda 30» , un Mp 40 in dotazione alla Wehrmacht, un mitra «Sten» , una carabina modello «Carcano Mannlicher M-11» con la baionetta,  pistole di vario calibro, lanciarazzi, canne per fucili da guerra, doppiette, caricatori e altro ancora. 

SEQUESTRO E DONAZIONE - Le armi, su disposizione del Tribunale Ordinario di Torino Ufficio Corpi di reato, sono state sequestrate e prelevate dai carabinieri, che le hanno consegnate all’Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea di Torino. Le armi sono state trovate nel corso dei lavori di sgombero e pulizia dell’appartamento del tabaccaio morto sei anni fa.