8 dicembre 2019
Aggiornato 12:00
Cronaca

«Dovete morire» ai poliziotti: chiesto il licenziamento della maestra antifascista

Lavinia Flavia Cassaro insegna alla scuola elementare Leonardo da Vinci di Torino: «Un giorno potrei trovarmi con un fucile in mano a lottare contro la polizia»

TORINO - «Vigliacchi, mi fate schifo. Dovete morire. Vergognati, schifosi. Mezza cartuccia del c—o». Sono queste le parole pronunciate da Lavinia Flavia Cassaro, maestra della scuola elementare Leonardo da Vinci di Torino, che durante gli scontri tra antifascisti e forze dell’ordine della scorsa settimana ha insultato i poliziotti in servizio. Immagini riprese dalla trasmissione televisiva Matrix, che hanno fatto il giro del web.

NESSUN PENTIMENTO - Pentimento? Nessuno. Anzi. L’insegnante, a mente fredda, imbeccata dall’inviato di Matrix che le chiede se le sembra giusto augurare la morte a un poliziotto, rincara la dose: «Certo, in questo momento stanno proteggendo il fascismo». Quando l’inviato prova a chiederle se non è triste che una figura che dovrebbe educare le persone dica simili frasi, la signora Cassaro spiazza tutti: «E’ triste ma non è sbagliato, io mi potrei trovare con un fucile in mano a lottare contro questi individui». Le posizioni della professoressa sono note: No Tav convinta, vicina al centro sociale Gabrio, vanta tra gli amici alcuni consiglieri del Movimento 5 Stelle (Maura Paoli e Damiano Carretto). Più volte si è battuta per la liberazione di alcuni «compagni» incarcerati con l’accusa di terrorismo.

PROVVEDIMENTO IN ARRIVO? - Duro il commento di Matteo Renzi, che negli studi di Matrix ha chiesto l’immediato licenziamento della maestra: «Che schifo, un’insegnante che augura la morte di un poliziotto o di un carabiniere andrebbe licenziata su due piedi. Un’insegnante viene chiamata per educare» è il commento del leader del Partito Democratico. Pare che il caso sia arrivato sul tavolo del ministro Fedeli che, dopo aver chiesto all’Ufficio scolastico regionale una relazione sull’insegnante, valuterà se prendere provvedimenti o meno. 

L'insegnante con Maura Paoli

L'insegnante con Maura Paoli (© Lavinia Flavia Cassaro)