19 giugno 2018
Aggiornato 12:32

Comizio di Forza Nuova a Torino: si mobilitano gli antifascisti, sale la tensione

A pochi giorni dalle elezioni, il comizio di chiusura di campagna elettorale di Forza Nuova riaccende la tensione a Torino: antifascisti in corteo dalle 17:00. Previsti disagi al traffico

Nuova manifestazione antifascista a Torino (© ANSA)

TORINO - Torna la tensione a Torino: questa sera, alle 18:00, Forza Nuova chiuderà la campagna elettorale con un comizio indetto presso l’hotel Royal di corso Regina Margherita 249. Un comizio «contestato» dagli antifascisti, che alle 17:00 si ritroveranno in piazza Statuto per l’ennesimo corteo. Il rischio scontri, come avvenuto una settimana fa, è altissimo. Inevitabili i disagi al traffico veicolare, con la polizia che cercherà di impedire il contatto tra antifascisti e Forza Nuova, bloccando molti accessi di corso Regina Margherita.

CORTEO E TENSIONE - Il comizio di Forza Nuova, d’altra parte, presenta uno slogan inequivocabile: «Italia agli italiani». Allo stesso tempo, anche le intenzioni dei centri sociali torinesi sembrano non lasciare spazio a dubbi. Askatasuna, Gabrio e Bollettino antifascista San Salvario hanno dato appuntamento a tutti per le 17 in piazza Statuto: «Torino è antifascista. Nella nostra città un’altra organizzazione neofascista ha indetto il suo comizio: Forza Nuova. Questi soggetti, promotori di odio e guerra tra poveri, non devono avere spazio per poter continuare a promulgare la loro pericolosa follia. Non vogliamo gli amici di Traini nella nostra città, il fascismo è un reato e va contestato» si legge nel volantino che annuncia la manifestazione. Molto probabilmente il corteo partirà da piazza Statuto, girerà in corso Regina Margherita e proverà a raggiungere l’hotel. Inevitabili le tensioni e i disagi: la speranza è che il tutto non degeneri in nuovi scontri.

Il volantino della manifestazione

Il volantino della manifestazione (© Facebook)