16 dicembre 2018
Aggiornato 20:00

Furti seriali di borse nei parcheggi dei supermercati, un arresto e una denuncia

L’identificazione della coppia di ladri è stata possibile grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza dei supermercati dove sono avvenuti i furti

TORINO - Per derubare le ignare vittime utilizzavano il 'trucco dello straniero': mentre uno distraeva la donna chiedendole informazioni, gli altri le sottraevano le borse, lasciate incustodite sul sedile anteriore delle auto. Nel mirino dei delinquenti per lo più donne sole e anziane, ma il giochetto non è sfuggito ai carabinieri di Santena che hanno fermato due marocchini, che ora dovranno rispondere di furto.

FURTO - Il primo, E.M., 24 anni, abitante a Torino, è stato sottoposto agli arresti domiciliari per furto con destrezza e indebito utilizzo di carte di credito. Era lui che individuava le vittime nei parcheggi dei supermercati o vicino ai punti Smat, mentre il complice in macchina le distraeva con una banale richiesta di informazioni.
Sono stati inoltre accertati diversi prelievi con i bancomat rubati eseguiti dall'uomo. In aggiunta, i militari, in collaborazione con i colleghi di Rivoli e Piossasco, hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’uomo ritenuto responsabile di 4 furti commessi a Santena, Pinerolo, Rivoli e Piossasco (nel 2016 e 2017). L’indagine ha permesso di identificare anche il complice, un marocchino di 34 anni, denunciato a piede libero, ma già detenuto ai domiciliari per altri fatti analoghi. L’identificazione della coppia di ladri è stata possibile grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza dei supermercati dove sono avvenuti i furti.