19 giugno 2018
Aggiornato 12:32
Politica | Elezioni politiche 2018

La Lega vola a Torino e in Piemonte, Ricca: «Avviso di sfratto ad Appendino e Chiamparino»

In Piemonte il partito di Matteo Salvini è la vera rivelazione di queste elezioni politiche. Esulta Fabrizio Ricca: «E' un avviso ad Appendino e Chiamparino»

Fabrizio Ricca, leader della Lega a Torino (© Fabrizio Ricca)

TORINO - Un exploit sorprendente, una cavalcata trionfale per certi versi inaspettata. Se è vero che Torino rimane in mano al Partito Democratico, è altrettanto vero che il più grande risultato elettorale è senza dubbio quello della Lega. Il partito di Matteo Salvini, in tutta la regione, registra un risultato mai così positivo nella storia: a Torino la Lega è il primo partito del centro destra, il terzo in città con il 17% circa dei consensi.

LEGA MAI COSI’ BENE - A spiccare è senza dubbio il consenso nelle periferie, nel feudo (o ex) di Chiara Appendino: «A Torino siamo l’alternativa di governo. Quanto alla Regione, questo è un avviso di sfratto per il centrosinistra. Ma è tempo di ridiscutere i rapporti anche nel centrodestra» è il commento di Fabrizio Ricca, capogruppo e segretario torinese della Lega. Una posizione condivisa da Alessandro Benvenuto, consigliere regionale, che afferma: «Abbiamo saputo toccare le corde della gente». In Pimeonte la Lega si aggiudica 308.766 voti al Senato. Tantissimi, più di tutti. Alla Camera 513.676, dietro solo al M5S. Un dato che fa riflettere e che sorridere il partito di Matteo Salvini, mai così bene a Torino e in Piemonte.