22 giugno 2018
Aggiornato 09:00
Cronaca | Festa della Donna

8 marzo, Appendino: «Le donne hanno stipendi più bassi degli uomini»

Il discorso della sindaca di Torino si è focalizzato dunque su di un tema in particolare: la situazione della donna negli ambiti professionali

Chiara Appendino (© ANSA)

TORINO - In occasione della Festa della Donna, la sindaca di Torino Chiara Appendino, ha espresso alcune valutazioni sul contesto socio-culturale in cui le donne si trovano a vivere oggi. «Sarebbero tanti i temi da sollevare» ha spiegato Appendino, «troppi per essere affrontati in maniera non superficiale, e la superficialità è l’ultima cosa di cui abbisogna il nostro tempo» Il discorso della sindaca di Torino si è focalizzato dunque su di un tema in particolare: la situazione della donna negli ambiti professionali.

APPENDINO - «Io credo che sia un argomento cogente in quanto uno dei punti di partenza per definire una reale affermazione non solo della donna in quanto tale, ma in quanto figura con prerogative di pieni diritti ed eguaglianza rispetto agli uomini, è proprio il lavoro. Il mezzo con cui una persona si procura il sostentamento per sé e per la propria famiglia» ha detto Appendino, «Oggi, come sappiamo, siamo distanti da una piena eguaglianza di diritti tra i generi. Le donne tendono a rivestire meno ruoli apicali e ad avere meno opportunità di carriera e, a parità di condizioni, hanno stipendi più bassi rispetto ai colleghi uomini». La sindaca ha inoltre citato alcuni dati, resi noti da Radio 24, che parlano del fatto che il progresso economico sia frenato proprio dalla carenza di donne nei ruoli decisionali dell’imprenditoria. «Un altro dato che mi ha colpito» ha proseguito Appendino, «è che, quando ci si trova a scegliere un esperto economico, 8 volte su 10 ci si rivolge a un uomo, pur non mancando donne di pari competenze». La politica deve fare la sua parte, ha consluso Appenino augurando un buon 8 marzo a tutte e tutti.