18 settembre 2018
Aggiornato 17:00

Secondo bando positivo per il Museo dell’Auto, Mariella Mengozzi nuovo direttore

Cambio al vertice del Museo Nazionale dell’Automobile: Mariella Mengozzi sarà il nuovo direttore ed entro due mesi assumerà la guida dell’ente museale
Mariella Mengozzi nuovo direttore del Museo dell'Auto
Mariella Mengozzi nuovo direttore del Museo dell'Auto (MAUTO)

TORINO - Entro due mesi il Museo Nazionale dell’Automobile «Avvocato Giovanni Agnelli» avrà un nuovo direttore. A succedere a Gaffino Rossi sarà Mariella Mengozzi, manager romagnola classe 1962. Nata a Forlì e laureata in giurisprudenza, in passato ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità in aziende internazionali, come Retail Director in Walt Disney e successivamente in Ferrari, dove si è occupata di Marketing e Pianificazione strategica, Sponsor Management e New Business Development, Comunicazione Corporate e della direzione della Business Unit Maranello Experience, che comprende il Museo Ferrari di Maranello e i Factory Tours.

LA SCELTA - Mariella Mengozzi è stata scelta tra 112 candidati che hanno inviato la propria candidatura con il secondo bando di concorso. Il primo, infatti, aveva dato esito negativo per quanto riguarda possibili nuovi direttori. Quello di Mengozzi è stato giudicato il profilo più adatto in quanto figura manageriale dotata di pluriennale esperienza di gestione museale nel campo dell’automobilismo storico e di buona conoscenza del settore automobilistico, con esperienza nei settori del Marketing, dell’organizzazione di eventi e della ricerca e gestione di sponsor, in grado di sviluppare attività di Fundraising, ed in particolare di integrarsi in tempi rapidi con efficacia nella gestione operativa del Museo, nonché di avviare un percorso di crescita e di promozione del Museo, anche a livello internazionale.

PRIME PAROLE - «È con orgoglio ed entusiasmo», ha detto la neo direttrice Mariella Mengozzi, «che assumo l'incarico di nuovo direttore del MAUTO, museo di prestigio internazionale, con l'obiettivo di consolidarne il ruolo tra i luoghi di eccellenza in Piemonte e in Italia. Proseguendo il lavoro già avviato in questi ultimi anni, il MAUTO deve essere sempre più riconosciuto come un protagonista del settore dell'automobile e un punto di riferimento per gli appassionati, in grado di offrire contenuti e servizi di qualità e attrarre un numero crescente di turisti, residenti e aziende».