22 giugno 2018
Aggiornato 09:00
Cronaca | Ztl

Ztl prolungata, la Città incontra «solo» 85 residenti: insorgono i commercianti

«Questa è partecipazione?» è la critica dei commercianti, che hanno indetto un flash mob di protesta sotto il Comune di Torino

Ztl, l'incontro limitato tra Città e residenti fa arrabbiare i commercianti (© Comune Torino)

TORINO - Un incontro per parlare di Ztl prolungata e a pagamento, ma per pochi. E’ questo il motivo che ha destato la rabbia dei commercianti del centro cittadino: il Comune di Torino ha infatti organizzato un incontro con i residenti. La discussione si terrà lunedì 19 marzo alle ore 18:00, ma l’adesione è limitata alla capienza della sala, 85 posti. In pochi minuti i posti sono già finiti. Ed è proprio la capienza decisamente limitata a mandare su tutte le furie residenti e commercianti, quest’ultimi nemmeno invitati all’incontro.

INCONTRO E PROTESTA - Per questo motivo, nello stesso giorno e alla stessa ora dell’incontro, il comitato «No Ztl prolungata a Torino» ha indetto un flash mob fuori da Palazzo Civico: «In un giorno infrasettimanale, in un'ora in cui la maggior parte delle persone lavorano, la giunta invita a sorpresa in una saletta 85 persone residenti in centro per parlare della nuova ZTL prolungata. Troviamo oltremodo offensivo che il comune inviti 85 persone per un progetto che ne interessa oltre 100mila». Anche Alessio Sanna, capogruppo di Progetto Torino in Circoscrizione 1, commenta: «Questa è partecipazione? Io non parteciperò perché voglio lasciare spazio a residenti, ma è vergognoso che non si sia trovato un luogo adatto e più ampio». Lunedì quindi doppio appuntamento: 85 persone nella sala colonne, centinaia (molto probabilmente) fuori da Palazzo Civico. Le modifiche alla Ztl continuano a far discutere.

Striscione di protesta sotto Palazzo Civico

Striscione di protesta sotto Palazzo Civico (© No Ztl prolungata a Torino)