Crack nascosto nella buca delle lettere di un bar a Torino: arrestato 21enne

Due persone arrestate dopo un controllo della Polizia di Stato in un bar: per tre stranieri è scattata l’espulsione

Due persone arrestate dopo un controllo della Polizia di Stato in un bar
Due persone arrestate dopo un controllo della Polizia di Stato in un bar (Polizia di Stato)

TORINO - Sono due le persone arrestate dagli agenti del Commissariato Madonna di Campagna a seguito di un controllo effettuato nella notte di martedì nei pressi di un bar di Corso Brin. I poliziotti, insieme ad altri equipaggi di volante, poco prima delle quattro, hanno fermato alcune persone che stazionavano nei pressi del bar e contestualmente hanno controllato quattro avventori dell’esercizio commerciale. Nel corso dell’operazione, gli agenti hanno arrestato per spaccio un cittadino gabonese di 21 anni con precedenti di polizia. In una cassetta delle lettere all’esterno del bar, i poliziotti hanno trovato, occultate, diverse dosi di crack.

DROGA - Un altro cittadino straniero è stato arrestato in quanto gravato da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Torino. Si tratta di un diciannovenne senegalese con precedenti di polizia, il giovane è stato anche denunciato in stato di libertà per spaccio di sostanze stupefacenti. Poco prima dell’intervento della Polizia, lo straniero aveva ceduto crack a un acquirente in cambio di uno smartphone. Quattro delle persone identificate nel corso dell’operazione sono state accompagnate presso l’Ufficio Immigrazione dove per tre di essi, due senegalesi e un gabonese, sono scattati provvedimenti di espulsione.