Blitz delle forze dell'ordine in Barriera Milano: bar covo di pregiudicati e droga nascosta ovunque

Complessivamente sono 50 le persone identificate nel corso dell’attività, 16 cittadini stranieri sono stati accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione per la verifica della loro posizione sul Territorio Nazionale. Sequestrati circa venti grammi di stupefacente

Controlli straordinari delle forze dell'ordine in Barriera Milano
Controlli straordinari delle forze dell'ordine in Barriera Milano (Polizia di Stato)

TORINO - Ennesimo controllo nel quartiere di Barriera Milano. Il personale del Commissariato di Barriera con la collaborazione, della Divisione Polizia Amministrativa, del Reparto Mobile di Torino, del Reparto Prevenzione Crimine Piemonte, del Gabinetto Interregionale della Polizia Scientifica, unità cinofile antidroga e con la partecipazione anche di alcuni agenti della Polizia Municipale di Torino, ha prestato particolare attenzione all’area di via Montanaro dove sono stati anche sottoposti a verifica amministrativa diversi esercizi commerciali. Nel corso delle attività preventive, è stato arrestato un cittadino senegalese sorpreso a spacciare in via Calvi. Lo straniero ha tentato la fuga ma, inseguito dagli agenti, è stato poi arrestato nonostante la resistenza opposta.

BARRIERA MILANO - Complessivamente sono 50 le persone identificate nel corso dell’attività, 16 cittadini stranieri sono stati accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione per la verifica della loro posizione sul Territorio Nazionale. Sequestrati circa venti grammi di stupefacente, 14 dei quali individuati dal cane antidroga Akira in via Montanaro nascosti dietro gli armadi tecnici dell’ENEL. Numerose le sanzioni amministrative contestate per un importo di oltre 12000 euro. Durante il servizio, è stata anche notificata la sospensione della licenza al titolare di un per un bar di corso Palestrina, con conseguente chiusura per 15 giorni. In occasione di diversi controlli effettuati negli ultimi mesi infatti il locale è risultato ritrovo di persone pregiudicate o di soggetti dediti allo spaccio al dettaglio di stupefacenti. Lo scorso 28 febbraio, i polizotti avevano fermato all’interno del bar un uomo gravato da un ordine di carcerazione che doveva scontare una pena residua di due anni. In quell’occasione gli agenti trovarono occultata nel locale dosi di sostanza stupefacente pronte per essere venduta ad acquirenti. Anche ieri, all’atto della notifica del provvedimento, gli agenti hanno rinvenuto all’interno dell’esercizio, occultati dietro i divanetti, alcuni grammi di stupefacente.

CONTROLLI - In un Afrikan Market infine è stata accertata la vendita di prodotti scaduti che sono stati immediatamente sequestrati. Per questa violazione è sono state contestate sanzioni per oltre 6300 euro. Inoltre, all’interno del locale è stato sanzionato amministrativamente un cittadino nigeriano trovato in possesso di stupefacente. Il titolare di un bar della stessa via è, invece, stato sanzionato per oltre 4900 euro. L’attività di polizia amministrativa ha riscontrato la presenza di numerosi illeciti di varia natura. L’attività di controllo ha riguardato anche una sala scommesse di via Scarlatti ove erano presenti 17 stranieri alcuni dei quali irregolari sul territorio nazionale.