22 giugno 2021
Aggiornato 13:30
Pista ciclabile

Da Collegno a piazza Statuto in bici: passi avanti per la maxi pista ciclabile

La ciclabile mira a collegare la zona ovest della città metropolitana al centro di Torino: tra questione parcheggi, finanziamenti e studi, il progetto avanza

TORINO - Passi (o pedalate) avanti per la realizzazione di una pista ciclabile destinata a collegare il centro di Torino a Collegno. Il percorso di collegamento, di cui vi avevamo parlato qualche mese fa, è stato infatti approvato dalla Giunta Comunale: ora il progetto verrà candidato al bando regionale «Percorsi Ciclabili Sicuri», uno step fondamentale per ricevere un finanziamento imprescindibile per la realizzazione di quest’importante infrastruttura ciclabile che collegherà la zona ovest della città metropolitana con il cuore di Torino, piazza Statuto.

IL PERCORSO - Dopo mesi di studio, il percorso ha ricevuto il parere favorevole della Consulta per la Mobilità Ciclistica e viene caldeggiato da tempo dal presidente della Circoscrzione 4, Claudio Cerrato: si tratta di un’opera in grado di snodarsi per 5 km circa sul territorio della quarta Circoscrizione. Una delle vie principali coinvolte è senza dubbio via Servais, dove gli incidenti ai danni di ciclisti sono frequenti, anche se la volontà di preservare gli interessi della varie attività commerciali come i carrozzieri e i gommisti c’è e verrà presa in considerazione: la questione parcheggi è infatti di cruciale importanza per i residenti e i commercianti della zona. La pista ciclabile è pensata per immettersi nella pista già esistente sul territorio di Collegno, in viale Certosa, garantendo un attraversamento Est-Ovest sicuro per tutti gli spostamenti sistematici, casa-scuola e casa-lavoro toccando diversi plessi scolastici, poli universitari, aziende aree commerciali luoghi di intrattenimento per il tempo libero, con l’obiettivo di collegare anche due future arterie cicloturistiche, ad Est, la VenTo (Venezia - Torino) e verso Ovest la ciclostrada della via Francigena in attestamento ad Alpignano.

LAPIETRA, «IMPORTANTE TASSELLO» - Maria Lapietra, assessore ai trasporti del Comune di Torino, commenta con entusiasmo l’approvazione del progetto: «Il percorso Servizio Ciclabile Metropolitano Linea Torino-Collegno-Rivoli-Alpignano rappresenta un importante tassello della pianificazione della mobilità ciclistica su scala metropolitana. Siamo soddisfatti di essere riusciti a riservare risorse per questo progetto, i cui lavori partiranno nel 2019, che garantirà una maggiore sicurezza a chi utilizza la bicicletta come mezzo di spostamento per contrastare l’inquinamento atmosferico e renderà Torino sempre più accessibile e sicura per la mobilità dolce al pari delle città europee più all’avanguardia».