Cronaca | Smog

«Torino Respira», il nuovo comitato contro l'inquinamento della città

L'obiettivo del comitato è quello di essere una cassa di risonanza per l'esposto di Roberto Mezzalama alla Procura di Torino

Inquinamento a Torino
Inquinamento a Torino (ANSA)

TORINO - 'Torino Respira', ha un nome parlante il nuovo comitato nato a sostegno dell'esposto in Procura presentato lo scorso aprile da Roberto Mezzalama per denunciare l'inquinamento atmosferico del  capoluogo piemontese «Da molti anni l'aria in città è fuorilegge» ha sostenuto con fermezza Mezzalama, «praticamente da quando esiste una legge sulla qualità dell'aria». La norma vigente infatti prevede 35 sforamenti dei valori limite, all'anno: Torino ha superato i 100 punti nel 2017.

RESPIRA -   L'obiettivo del comitato è quello di essere una cassa di risonanza per l'esposto di Mezzalama e fare informazione collaborando con le diverse associazioni che insistono sul territorio. «L'esposto» ha detto ancora Mezzalama, «è nato per forzare la mano a chi deve decidere perché siamo di fronte a un problema di salute e legalità». Vengono inoltre evidenziati alcuni esempi positivi di altre città e dati epidemiologici, come la stima di 900 morti l'anno e la riduzione della speranza di vita di 24,7 mesi, associabili all'inquinamento.